NUOTO

Nuoto, Mondiali in vasca corta: Martinenghi e Pilato d’argento

La rana regala altre due medaglie all’Italia, seconda nei 100 maschili e nei 50 femminili. Cusinato sesta nei 200 farfalla, Rivolta in finale nei 100 farfalla

  • A
  • A
  • A

Arrivano altre due medaglie per l’Italia nei Mondiali in vasca corta di nuoto. Ad Abu Dhabi, gli azzurri festeggiano grazie alla rana: Nicolò Martinenghi, già medagliato olimpico, è secondo nei 100 metri, battuto solo dal primatista mondiale Shymanovich. Stesso risultato per Benedetta Pilato, nei 50 metri, sconfitta dall’israeliana Gorbenko. Cusinato chiude sesta nei 200 farfalla, Rivolta si qualifica per la finale dei 100 farfalla maschili.

Due argenti impreziosiscono la seconda giornata dell’Italia ai mondiali in vasca corta di nuoto di Abu Dhabi. Nicolò Martinenghi, già bronzo di specialità alle Olimpiadi di Tokyo, conquista la seconda posizione nella sua specialità, i 100 metri rana, con il tempo di 55”80 (appena 17 centesimi peggio del suo personale). Ottima prestazione per il varesino, sconfitto soltanto dal primatista mondiale Shymanovich, che ha fatto un decimo meglio. Insieme al bielorusso e all’italiano, sale sul podio l’olandese Arno Kamminga.
La rana regala soddisfazioni anche al femminile, dove Benedetta Pilato si mette al collo l’argento nei 50 metri femminili. La sedicenne pugliese ferma il cronometro con un ottimo 29”50, 16 centesimi dietro l’israeliana Gorbenko, medaglia d’oro. Terza posizione invece per la svedese Sophie Hansson, in 29”55. L’azzurra porta quindi alla nostra spedizione la sua quinta medaglia.

LE ALTRE FINALI
Non va oltre il sesto posto nei 200 metri farfalla Ilaria Cusinato, che termina in 2’06”82 in una prova forse troppo controllata nella prima parte. L’oro va alla cinese Yufei in 2’03”01, ottavo miglior tempo registrato nella storia della specialità, davanti alla statunitense Hook e alla bosniaca Pudar. Solo settima invece la staffetta 4x50 mista femminile, nella gara vinta dalla Svezia in 1’42”38 (record europeo preso e mondiale eguagliato). Buon 49”93 per Lorenzo Mora nei 100 dorso, ottavo in finale nonostante il personale. L’emiliano, duecentista, si esprime meglio in distanze più lunghe: oro allo statunitense Casas, argento per Kolesnikov davanti a Glinta. Nei 200 stile libero, ultimo tra i finalisti Matteo Ciampi, in 1’42”66. Oro al coreano Hwang, sul podio il russo Shchegolev e il lituano Rapsys. Nei 100 dorso femminile vince la svedese Hansson sulla canadese Masse e la statunitense Berkoff. Infine è quinta la staffetta azzurra nella 4x50 stile libero mista: a medaglia vanno Canada, Olanda e Russia.

LE SEMIFINALI
Buone notizie invece dalla semifinale dei 100 metri farfalla, che vede Matteo Rivolta qualificarsi con il miglior tempo assoluto, in 49”07. Nella stessa prova invece non riesce a passare Michele Lamberti, dodicesimo in 50”12. Nessuna azzurra invece era qualificata per la semifinale dei 100 stile libero donne. 
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti