LE PAROLE

Milano-Cortina, pattinaggio in Piemonte? Sala non cede

Il sindaco di Milano: "Stiamo valutando delle ipotesi in città, chi ha creduto sempre nel progetto deve avere la precedenza"

  • A
  • A
  • A

Milano-Cortina 2026 è all'orizzonte e qualche intoppo, come normale che sia, sta sorgendo. Uno di questi riguarda la pista da pattinaggio dopo la rinuncia del Trentino. Esiste una possibilità che si faccia a Milano, più precisamente a Rho, ma anche che venga chiesta la collaborazione del Piemonte con sede a Torino. Una eventualità che il sindaco di Milano, Giuseppe Sala al momento non vuole ipotizzare: "Credo sia giusto che la costanza di Milano venga premiata, esaminando prima luoghi e città che hanno partecipato da subito al progetto".

L'atteggiamento non è ostile verso la possibilità di spostare qualche avvenimento a Torino, ma secondo il primo cittadino meneghino la priorità va data alla sua città: "Se non si potesse fare, un aiuto sarebbe più che utile - ha confermato Sala -. Prima però devo essere le città presenti dall'inizio a dire se possono intervenire o meno su questa questione".

Per l'impianto del pattinaggio si stanno valutando diverse soluzioni: "Rho è una ipotesi accreditata, in zona Fiera, però bisogna fare una cosa che abbia senso anche dal punto di vista economico-finanziario. Non copriremo l'Arena Civica perché è troppo complesso e costoso".

Costi delle opere che hanno messo in dubbio anche il PalaItalia dove verrà ospitato l'hockey maschile: "Stiamo rivedendo tutto dopo qualche problema giudiziario e di costo delle opere, ma chi dovrà costruire questo impianto garantisce che è tutto sotto controllo".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti