TOUR DE FRANCE

Ciclismo, Tour de France: Hirschi si prende la dodicesima tappa

Lo svizzero del Team Sunweb vince in solitaria sul traguardo di Sarran Corrèze, Roglic conserva la maglia gialla

  • A
  • A
  • A

Marc Hirschi (Team Sunweb) vince la dodicesima tappa del Tour de France. È decisiva l’azione in solitario al GPM di Suc au May da parte dello svizzero, che taglia per primo il traguardo di Sarran Corrèze dopo una frazione di 218 chilometri. Alle sue spalle, si piazza secondo Pierre Rolande (B&B Hotels-Vital Concept); terzo Søren Kragh Andersen (Sunweb), mentre sfuma il podio per Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step). Primoz Roglic sempre maglia gialla.

Dopo due successi sfiorati in questa edizione a Nizza e a Larus, Marc Hirschi riesce finalmente a conquistare la sua prima vittoria in carriera al Tour de France, con la sua Sunweb. Lo svizzero sfrutta il lavoro della squadra per poi mettersi in proprio, per un arrivo in solitaria.

Spazio agli uomini delle classiche nella tappa più lunga di questa Grande Boucle, che porta i corridori da Chauvigny a Sarran Corrèze, per un totale di 218 chilometri senza un attimo di respiro. La corsa s’infiamma sulla Côte de la Croix du Pey: raggiunti i primi fuggitivi della dodicesima tappa (con Asgreen ultimo ad arrendersi), iniziano gli scatti nel gruppo: a dare spettacolo è la Sunweb, che attacca addirittura con tre uomini. A scollinare davanti c’è un drappello di sei uomini: Marc Hirschi, Soren Kragh Andersen e Tiesj Benoot, poi Maximilian Schachmann della Bora, Marc Soler della Movistar e Quentin Pacher della B&B Hotels-Vital Concept. Nel successivo GPM (Suc au May) Hirschi scappa via in solitaria dopo avere raggiunto e scavalcato Marc Soler; mentre dal gruppo si muove Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), trainato dal fido compagno di squadra Devenyns.

L’azione solitaria di Hirschi è strepitosa e lo svizzero continua a guadagnare anche in discesa, con delle curve gestite alla perfezione. L’elvetico nel finale va poi a incrementare il margine sul gruppo inseguitore che si ricompatta: per lui trionfo solitaria a braccia alzate. Alle sue spalle Pierre Rolland (B&B Hotels-Vital Concept), poi un altro Sunweb: Søren Kragh Andersen. Alaphilippe resta a distanza, senza riuscire a guadagnare terreno anche a causa di un problema meccanico.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments