Roland Garros: Isner elimina Lorenzi, a Fognini il derby con Seppi

Troppo forte lo statunitense per il numero 34 del mondo, il ligure passa 3-0 ed è l'unico italiano rimasto in tabellone

Roland Garros: Isner elimina Lorenzi, a Fognini il derby con Seppi

Si infrangono contro John Isner i sogni di Paolo Lorenzi al Roland Garros. Sulla terra battuta francese, l'azzurro perde 3-0 (6-3, 7-6, 7-6) in 2h13‘ contro l’americano e saluta il torneo al secondo turno. Fabio Fognini è l'ultimo italiano rimasto nel tabellone principale in virtù del successo per 3-0 (6-4, 7-5, 6-3) nei confronti di Andreas Seppi. Al prossimo turno il sanremese se la vedrà con il numero 3 del mondo, lo svizzero Stanislas Wawrinka.

Non è riuscita l'impresa a Paolo Lorenzi contro John Isner, numero 22 della classifica ATP. L'azzurro gioca un ottimo match, ribattendo colpo su colpo per quasi tutta la durata di una sfida molto equilibrata. Nel primo set, Lorenzi soffre tantissimo il servizio dell'americano, che subito dopo la risposta dell'azzurro si porta sistematicamente a rete per chiudere il punto. La risposta in battuta, è però eccellente fino al 3-3, quando Isner riesce a mettere a segno il primo, ed unico, break della partita e a chiudere il primo set sul 6-3 in 32'.
Nel secondo parziale, la musica non cambia: i turni in battuta del numero 22 della classifica ATP, caratterizzati da ace e colpi violenti, durano pochi minuti. Lorenzi riesce ancora a rispondere game per game all'avversario. Si arriva così al tie-break. Il 3-0 iniziale regala ad Isner un capitale che l'americano non spreca, portandolo a chiudere il tie-break sul 7-3 e il set sul 7-6 dopo 49'.
Il terzo parziale si apre con il solito avvio caratterizzato dalla lotta game per game tra l'americano e l'azzurro, che spreca anche due palle break per portarsi sul 5-4. Lorenzi continua a martellare in battuta e riesce ad agguantare nuovamente il tie break, dominato però ancora da Isner: 7-2. Dopo 2h13' giocati a testa alta, l'azzurro cede all'americano ed è costretto a salutare il Roland Garros di fronte ad un avversario straripante in fase di battuta, come testimoniato dalla doppia cifra raggiunta nel conto degli ace.

E' Fabio Fognini ad aggiudicarsi il derby italiano al secondo turno del Roand Garros contro Andreas Seppi. Si tratta del decimo incontro tra i due, il nono sulla terra rossa. Il ligure, reduce dalla maratona al primo turno contro il giovane statunitense Frances Tiafoe, chiusa in cinque set, non ha problemi a sbarazzarsi del bolzanino con un setto 3-0: 6-4, 7-5, 6-3. Primo set caratterizzato da un iniziale equilibrio, con Fognini che perde il servizio ma lo strappa subito nel secondo game. Dopo il 2-2, però, il ligure prende in mano il match, mettendo a segno il primo break point e portandosi sul 5-2. Inutile il controbreak di Seppi che porta il risultato sul 5-4. Al primo set point, Fabio si impone per 6-4. Pioggia di break, invece, nel secondo set: il primo è per Fognini, che si porta sullo 0-3. Il secondo è ad opera di Seppi, che rimonta fino al 3-3, blocca tre palle break dell'avversario e riesce a restare sul 5-5. Il terzo break del set, però, è ancora in favore del sanremese, che chiude sul 5-7. Sotto controllo, infine, anche il terzo parziale in cui Fognini, cerca si chiudere subito i conti dopo la maratona contro Tiafoe: per il numero 29 del mondo arriva presto il break che lo fa volare sul 3-0. Seppi, con un moto d'orgoglio, riesce a salvare il proprio servizio e si porta sul 3-1 ma Fognini ne ha di più e chiude i conti sul 6-3 finale che vale l'approdo al terzo turno del Roland Garros e la vittoria numero cinque nei confronti del rivale. Al prossimo turno Fognini dovrà vedersela con lo svizzero Stanislas Wawrinka, numero 3 del mondo.

TAGS:
Tennis
Roland Garros
Lorenzi

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X