F1, GP Italia: Hamilton in pole, poi le due Ferrari

Raikkonen 2° davanti a Vettel: sabato da ricordare per le Ferrari a Monza

di MARCO ENZO VENTURINI

Lewis Hamilton si prende la pole position nel Gran Premio d'Italia, girando con il tempo di 1:23.397, ma le Ferrari fanno sognare il pubblico di Monza. Le Rosse di Maranello chiudono infatti le qualifiche al 2° e 3° posto. Kimi Raikkonen va in prima fila a +0.234 dall'inglese, Sebastian Vettel terzo a +0.288. Solo 4° Nico Rosberg, a +0.306. Seguono le Williams di Felipe Massa (a+0.543) e Valtteri Bottas. E in gara sarà spettacolo.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

AFP

Foto 2

AFP

Foto 3

AFP

Foto 4

AFP

Foto 5

AFP

Foto 6

AFP

Foto 7

AFP

Foto 8

AFP

Foto 9

AFP

Foto 10

AFP

Foto 11

AFP

Foto 12

AFP

Foto 13

AFP

Foto 14

AFP

Foto 15

AFP

Foto 16

AFP

Foto 17

AFP

Foto 18

AFP

Foto 19

AFP

Foto 20

AFP

Foto 21

AFP

Foto 22

AFP

Foto 23

AFP

Foto 24

AFP

Foto 25

AFP

Foto 26

AFP

Foto 27

AFP

Foto 28

AFP

Foto 29

AFP

Foto 30

AFP

Foto 31

AFP

Foto 32

AFP

Foto 33

AFP

Foto 34

AFP

Foto 35

AFP

Foto 36

AFP

Foto 37

AFP

Foto 38

AFP

Foto 39

AFP

Foto 40

AFP

Foto 41

AFP

Foto 42

AFP

Foto 43

AFP

Foto 44

AFP

Foto 45

AFP

Foto 46

AFP

Foto 47

AFP

Foto 48

AFP

Foto 49

AFP

Foto 50

AFP

Foto 51

AFP

Foto 52

AFP

Foto 53

AFP

Foto 54

AFP

Foto 55

AFP

Foto 56

AFP

Foto 57

AFP

Foto 58

AFP

Foto 59

AFP

Foto 60

AFP

Foto 61

AFP

Foto 62

AFP

Foto 63

AFP

Foto 64
Foto 65
Foto 66
Foto 67
Foto 68
Foto 69
Foto 70
Foto 71
Foto 72
Foto 73
Foto 74
Foto 75
Foto 76
Foto 77
Foto 78
Foto 79
Foto 80
Foto 81
Foto 82
Foto 83
Foto 84
Foto 85
Foto 86
Foto 87
Foto 88
Foto 89
Foto 90
Foto 91
Foto 92

La Ferrari torna infatti a centrare una prima fila nel Gran Premio di casa per la prima volta da cinque anni (nel 2010 Fernando Alonso partì dalla pole) e Kimi Raikkonen sale in una piazzola che non occupava dal 2013, in piena epoca Lotus. Per la sua ultima prima fila con una vettura del Cavallino bisogna addirittura tornare a Montecarlo 2009. Un risultato per certi versi inatteso e che lascia ben sperare per la gara: le Rosse potranno dire la loro. Le Mercedes hanno infatti accusato qualche problema al motore, con Rosberg che ha dovuto rinunciare alla Power Unit Evo ed è stato costretto ad andare in pista con un'unità vecchia, quella utilizzata a Spa. Il tedesco è quindi alle spalle delle Ferrari, al pari delle temutissime Williams. E anche Hamilton è meno lontano del previsto.

Q1

Che le condizioni della pista siano migliorate drasticamente rispetto al mattino (con pista ancora umida per la pioggia della notte) lo dimostrano subito le Mercedes, con Hamilton che gira in 1:24.251 e già abbassa il suo limite del mattino. Rosberg è 2° a +0.358, ma impressiona Raikkonen, terzo a +0.411 e a soli 53 millesimi dal tedesco, costretto ad utilizzare una power unit vecchia. Perez, Hulkenberg e Bottas chiudono davanti a Vettel, 7° a +0.738. Hulkenberg si lamenta per un'ostruzione di Ericsson, che chiude 9° (poi penalizzato: in griglia sarà 12°). Continuano i problemi per Red Bull e Toro Rosso: Ricciardo esce in extremis e si prende la qualificazione in Q2 ai danni di Button, Alonso, Stevens, Merhi e Verstappen. L'olandese chiude senza la parte sinistra del cofano, montata in fretta e furia dagli uomini della Toro Rosso e persa in velocità alla Curva Grande. Non una grande figura per gli uomini di Faenza nella gara di casa.

Q2

I problemi di Rosberg proseguono in Q2, con il tedesco che fa segnare il primo tempo cronometrato ed Hamilton che lo batte subito di 745 millesimi. Volano però le Ferrari: Vettel fissa il record nel settore centrale, ma paga nel primo e nel terzo, di pura velocità: è a +0-542 da Hamilton. Raikkonen fa meglio di lui, prendendo solo un decimo nel primo settore e chiudendo a 374 millesimi dall'anglo-caraibico. Con una zampata dopo la bandiera a scacchi Vettel si riporta quindi al secondo posto, a soli 194 millesimi da Hamilton. E con le temutissime Williams solo al 5° e 6° posto con Massa e Bottas. Eliminati Maldonado, Nasr, Sainz, Kvyat e Ricciardo, che nemmeno riesce ad uscire in pista.

Q3

Gli ultimi dieci minuti si aprono subito con il tempo che varrà la pole position a Hamilton: 1:23.397. Ma alle sue spalle subito ci sono le Ferrari, con Vettel a +0.308 e Raikkonen a +0,315. Anche Massa precede un disperato Rosberg, con Bottas a chiudere la classifica dopo i primi tentativi. Intanto si ferma Hulkenberg, con la sua Force India che accusa un calo di potenza. Nel finale Hamilton non riesce a migliorarsi, a differenza di Vettel e soprattutto Raikkonen, che gli si avvicinano ulteriormente. E anche Rosberg abbassa il proprio limite, ma non riesce a sopravanzare le due scatenate Rosse di Maranello.

TAGS:
F1
GP Italia
Monza
Qualifiche
Pole
Ferrari
Vettel
Raikkonen
Mercedes
Hamilton
Rosberg

Argomenti Correlati

VOTATE

Monza, qualifiche super per la Ferrari. Chi vincerà la gara?

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X