Allegri: "CR7 era avvelenato alla ricerca del gol. L'unico a non cercare colpi di tacco"

Il tecnico: "Cristiano era in ansia? Il calcio ti toglie, il calcio ti dà. Come il primo gol"

Allegri: "CR7 era avvelenato alla ricerca del gol. L'unico a non cercare colpi di tacco"

Ronaldo, finalmente. E pur senza voce, o quasi, Max Allegri ha un argomento in più per stare sereno, fermo restando che contentissimo non è. Per certe leggerezze nel finale, "troppi colpi di tacco". Lo stesso CR7 ha ammesso che c'era un po' troppa ansia sulla ricerca del suo primo gol. "Ma non c'era bisogna di dover fare chissà cosa, basta fare qualcosa. Ronaldo era già andato vicino al gol, oggi ha avuto un po' troppa fretta in un paio di occasioni, poi è arrivato... Il calcio dà, il calcio toglie, il primo gol è stato un colpo di fortuna, il secondo è stato bellissimo".

Dybala, il ritorno e il tridente diciamo... tipo. "E' andato come doveva andare, non è la prima volta che li ho schierati. I terzini sono stati bravi a giocare in ampiezza. il Sassuolo ha fatto bene, poi ha un po' perso le distanze e abbiamo fatto quel che dovevamo fare".
Ogni tanto,qualche colpo di tacco. Nel finale avete esagerato un po'. "Oggi l'unico che non è andato di tacco è stato Cristiano Ronaldo, era avvelenato per il gol. Abbiamo iniziato con Cancelo, dribbling e tacco. Ancora Cancelo, Bentancur, Douglas Costa... Mancavano cinque minuti, tieni palla. Ci siamo incasinati, c'è stato il fallo, reazione e quello che è successo. Questi episodi ci mettono in difficoltà".

TAGS:
Calcio
Juve
Allegri

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X