SportMediaset

Fiorentina-Inter 2-1: decide Babacar al 91', viola terzi

Vantaggio interista con Brozovic, pari di Borja Valero, poi Inter ko in dieci. Tre espulsi: Telles, Kondogbia, Zarate

di ROBERTO OMINI

Fiorentina-Inter 2-1. Decide un gol in mischia di Babacar al 46' st, dopo il vantaggio interista di Brozovic nel primo tempo e il pari di Borja Valero al 15' st. Partita caotica con decisioni arbitrali molto contestate e tre espulsi: Telles (I) al 37' st, e dopo il gol di Babacar, rosso a Zarate e Kondogbia. La Fiorentina resta al terzo posto solitario, l'Inter precipita al quinto, con un 2016 che è da incubo. 

LA PARTITA

Momenti diversi, ma difficili. Per il sogno spezzato della Fiorentina, quant'era bella all'andata col 4-1 inflitto ai manciniani a San Siro. Per quello (il sogno) infranto dell'Inter, che sotto Natale (Inter--Lazio 1-2) si è infilata in un tunnel per rimanerci. Ora al Franchi si misurano gli stati di crisi reciproci per tenere duro, per quel terzo posto che vale oro. E senza più badare alla zona-scudetto, suvvia.
Paulo Sousa cerca in Kalinic il letale uomo-gol e in Ilicic il genio ispiratore della gara di andata. Mancini confida nel debutto (al gol) di Eder, più Icardi che si è ripreso in toto la leadership che pareva perduta, e Palacio in una inedita veste di uomo ovunque. E via.
Via a tinte (forti) viola: al 5' Bernardeschi impegna Handanovic, al 7' è Ilicic a impegnare il portierone nerazzurro e al 14' e Telles a sostituirsi al numero uno, respingendo sulla linea il tiro-gol di Ilicic. Uno-due-tre, è un quarto d'ora da mezzo incubo per l'Inter che non sa come fermare Bernardeschi e Ilicic, indemoniati. La prima scossa nerazzurra al 18' con la testa di Murillo che per poco non trova la rete e alla seconda (scossa) è gol: Kondogbia pesca l'ispiratissimo Palacio che dal fondo manda un assist al bacio per Brozovic: destro-volo e gol. E' il 26', e dal possibilissimo svantaggio, l'Inter si trova avanti di un gol.
La risposta viola? Non è granché. Esaurito lo spiritaccio del primo quarto d'ora, la squadra di Sousa tiene palla senza affondare. E l'Inter controlla, ripartendo con Kondogbia e quel Palacio a tutto campo che è la novità di queste ultime apparizioni da titolare dell'argentino. Lo si trova un po' ovunque, anche a rubare palla in difesa. Il sostegno di Icardi resta Eder, peraltro ancora inespresso da quando veste nerazzurro.
E il primo tempo scivola così, con un assist mancato di Palacio per Icardi e un colpo di testa di Vecino, giusto al 45', che trova Handanovic pronto alla deviazione, in acrobazia.
Ripresa. La stretta necessità viola di riprendersi è il tema dominante, l'Inter è in controllo, o almeno così pare. Perché al 13' Sousa manda in campo Zarate per alimentare la zona d'offesa e al 15' l'1-1 è cosa fatta dopo un monologo aggirante dei fiorentini e un cross da destra che Murillo "sporca" di testa liberando di fatto Borja Valero solo davanti ad Handanovic. Non è il primo pasticcio aereo della difesa interista (vedasi i tre gol subiti al Bentegodi) e il pareggio è il giusto metro di giudizio per quello che si è visto, dopo un'ora. 
Entra Perisic per lo spaesato Eder, misura preventiva di Mancini perché la squadra -subìto il gol del pareggio- sembra aver perso la bussola. Ma esce Telles al 37' per seconda ammonizione e un arbitraggio diciamo sfavorevole per i nerazzurri, con qualche cartellino giallo di troppo, perlomeno seguendo lo sviluppo della partita. Tant'è. Inter in dieci per il finale di partita. E finale un'altra volta amarissimo per Mancini e i suoi che al 46' subiscono il gol di Babacar, appena entrato per Ilicic. E' Zarate a innescare l'azione, con un tiro che Handanovic respinge malamente e la carambola che finisce in rete.
Finisce così, un convulso finale con Zarate e Kondogbia espulsi, un recupero che da 3 si allunga fino a 6 minuti e un altro ko interista che allunga la striscia da incubo del 2016: 9 punti in 8 partite, e caduta dal primo al quinto posto. E con la Fiorentina che si riallinea al terzo posto, solitario.

LE PAGELLE

Vecino 6,5 - Lavoro costante e prezioso, un colpo di testa-quasi gol a fine primo tempo.
Borja Valero 6,5 - Ha il merito della rete dell'1-1 e quello di dare un senso geometrico ai suoi.
Bernardeschi 7 - Un'ora di alto profilo, poi respira. Ma quante idee e che personalità!
Babacar 6,5 - Pochi minuti, ma quanto basta per la carambola che vale tre punti.
Zarate 6,5 - Dicevano fosse un giocatore finito. Nossignori. La sua mezz'ora è decisiva.
Handanovic 6 - Sbaglia al 91', su quel pallone di Zarate respinto malamente. Ma molto gli si deve, prima.
Telles 5,5 - L'espulsione non se la merita, ma con un braccio poco prima devia il pallone in area. E' una partita difficile.
Brozovic 6,5 - Bel gol e lucido, fino a quando regge.
Palacio 7 - La nota lieta di un'Inter che non sa più vincere. Gioco a tutto campo.
Icardi 5,5 - Poco fa e poco si fa vedere. Purtroppo.
Eder 5 - Bah, diciamo che per il momento quello vero è rimasto a Marassi.

IL TABELLINO

FIORENTINA-INTER 2-1
Fiorentina (4-2-3-1): Tatarusanu 6; Roncaglia 6, Rodriguez 6, Astori 6, Alonso 5,5; Vecino 6,5 (42' st Tino Costa sv), Borja Valero 6,5; Bernardeschi 7, Ilicic 6 (42' st Babacar 6,5), Tello 6,5 (13' st Zarate 6,5); Kalinic 6. A disp.: Sepe, Lezzerini, Tomovic, Blaszczykowski, Pasqual, Kone. All. Sousa 6
Inter (4-3-3): Handanovic 6; Nagatomo 5,5, Miranda 6, Murillo 5,5, Telles 5,5; Brozovic 6,5, Medel 6, Kondogbia 6,5; Palacio 7 (39' st D'Ambrosio sv), Icardi 5,5 Eder 5 (26' st Perisic 6). A disp.: Carrizo, Berni, Juan Jesus, Zonta, Santon, Biabiany, Gnoukouri, Ljajic, Jovetic, Manaj. All. Mancini 5,5
Arbitro: Mazzoleni
Marcatori: 26' Brozovic (I), 15' st Borja Valero (F), 46' st Babacar (F)
Ammoniti: Alonso, Kalinic (F); Medel, Telles, Icardi, Brozovic, Palacio (I)
Espulsi: 37' st Telles (I) per doppia ammonizioine, 47' st Zarate (F) per scorrettezze, 51' st Kondogbia (I) per proteste
Note: --

TAGS:
Calcio
Fiorentina
Inter

Argomenti Correlati