TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Dalla Juve al Real, dal Bayern al Chelsea: la Champions League "ribalta" i campioni

Feyenoord e Monaco, dopo aver conquistato i campionati olandesi e francesi, hanno fallito l'obiettivo in Champions: eliminati

Dalla Juve al Real, dal Bayern al Chelsea: la Champions League "ribalta" i campioni

Vincere il proprio campionato: è questa le regola numero uno per fare strada in Champions League. Regola non scritta, ma valida in considerazione del "nuovo" regolamento europeo che mette in prima fascia ai sorteggi le vincitrici delle prime 8 federazioni del ranking. Quest'anno, oltre al Real Madrid campione in carica e di Spagna, nell'urna 1 c'erano Bayern Monaco, Chelsea, Juventus, Benfica, Monaco, Spartak Mosca e Shakhtar Donetsk. Una potenza di fuoco che è rimasta "scarica" sul più bello: i gironi infatti hanno rivoluzionato l'esito della stagione precendente.

La Juve, innanzitutto. I bianconeri, avendo pescato il Barcellona, erano ovviamente a rischio secondo posto, e la sconfitta al Camp Nou nella sfida iniziale del gruppo ha messo il cammino in salita. Nessuna accelerazione improvvisa: Allegri si è dovuto accontentare della seconda piazza e rischia un ottavo di finale durissimo. Stessa sorte per il Chelsea di Antonio Conte: dopo il trionfo in Premier, è arrivato il secondo posto nel gruppo C, vinto dalla Roma di Di Francesco (fa clamore l'eliminazione dell'Atletico, che "retrocede" in Europa League). Sarà andata meglio al Bayern Monaco? Niente da fare nemmeno per i bavaresi, vincenti in Bundesliga ma dietro al fortissimo Psg in Champions.

Stasera si completerà anche il quadro dei gruppi E, F, G e H. Nel gruppo E, lo Spartak Mosca ha pochissime chances di vincere il girone (dovrebbe battere il Liverpool e sperare che il Maribor fermi il Siviglia), nel gruppo G il Monaco campione di Francia chiuderà addirittura all'ultimo posto, stessa sorte per il Feyenoord (ex) ultimo campione d'Olanda nel gruppo G (dove primo ha chiuso il sorprendente Besiktas) mentre, dulcis in fundo, va rigistrata anche la "delusione Real": Zidane, infatti, già due settimane fa aveva perso l'occasione di superare in classifica il Tottenham. La rivoluzione è compiuta: campioni in casa, secondi (nel migliore dei casi) in Champions. Ma, dagli ottavi, si riparterà da zero. E' la Champions!

TAGS:
Juve
Real
Chelsea
Champions

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X