Nba, playoff: Thunder corsari, Warriors si arrendono in gara-1

Sorpresa in gara 1 della finale della Western Conference con Oklahoma City che supera 108-102 Golden State

Nba, AFP

Gli Oklahoma City Thunder sono un treno in corsa e, dopo aver vinto tre gare consecutive per eliminare i San Antonio Spurs, sbancano la Oracle Arena per battere 108-102 i Golden State Warriors in gara 1 della finale della Western Conference nei playoff Nba. Sotto di 13 punti all'intervallo, i Thunder cambiano marcia nella ripresa con un grande Westbrook - 19 dei suoi 27 punti nel terzo periodo - e si portano sull'1-0.

Sorpresa incredibile alla Oracle Arena dove gli Oklahoma City Thunder battono 108-102 i Golden State Warriors in gara 1 della finale della Western Conference. OKC, dopo 3 successi di fila per eliminare i San Antonio Spurs, prosegue la sua corsa violando il parquet dei campioni Nba in carica. L'avvio di gara è dei Warriors che con le solite fiammate e le triple di Thompson e Curry volano presto sul +12: all'intervallo Golden State conduce 60-47 dopo una clamorosa bomba di Curry sulla sirena.

Nel terzo quarto però arriva la risposta dei Thunder firmata Russell Westbrook. Il numero zero, dopo i soli 3 punti del primo tempo, prende fuoco e ne mette 19 per ricucire lo strappo e portare i suoi sul -3, 88-85 a fine periodo. Nel quarto quarto i Thunder sorpassano sul 90-88 con una penetrazione di Waiters, poi Westbrook fa +6 a 5' dalla fine. Lì però OKC si ferma, sbaglia 7 tiri di fila e Golden State torna a -1 grazie a Curry e Barnes. A quel punto però si risveglia Kevin Durant che segna un gran canestro per il 105-100 a 30" dal termine. E' la giocata decisiva perchè poi i Thunder sigillano la vittoria coi liberi, anche se i Warriors protestano per un'infrazione di passi non chiamata a Westbrook sul 105-102 nei secondi conclusivi.

Westbrook e Durant non tirano molto bene, 17 su 51 in coppia, ma chiudono con 27 punti e 12 assist e 26 con 10 rimbalzi rispettivamente, uniti ai 16 con 12 rimbalzi del centro neozelandese Adams. Ai Warriors non bastano i 25 punti di Thompson, i 23 di Green e i 26 con 10 rimbalzi e 7 assist di Curry per evitare la prima sconfitta stagionale - erano 37-0 - dopo aver chiuso con un vantaggio in doppia cifra all'intervallo.

TAGS:
Nba
Basket
Oklahoma city thunder
Golden state warriors