playoff nba

Nba: Indiana è imbattibile in casa, la serie coi Knicks va a gara-7

I Pacers restano l'unica squadra senza ko interni nei playoff: 116-103 sui newyorkesi, che perdono Josh Hart per infortunio e si giocheranno tutto domenica sera

  • A
  • A
  • A
Nba: Indiana è imbattibile in casa, la serie coi Knicks va a gara-7 - foto 1
© Getty Images

L'unico match della notte dell'Nba conferma l'inerzia di una serie entusiasmante. I New York Knicks fanno il diavolo a quattro in casa, ma in trasferta continuano a vanificare i propri sforzi tra le mura amiche. Gli Indiana Pacers si confermano imbattibili al Gainbridge Fieldhouse, vincendo la sesta gara interna su sei nei playoff e riequilibrando la serie sul punteggio di 3-3. Gara-6 finisce 116-103 infatti per Indiana, nonostante i 31 punti di Brunson. 

Non c'è nulla da fare per i New York Knicks, che continuano a sbattere su un muro in trasferta e perdono l'opportunità di chiudere i giochi in gara-6. Gli Indiana Pacers si confermano imbattibili in casa, dove hanno vinto sei gare su sei, e pareggiano la serie sul 3-3: domenica sera, alle ore 21.30 italiane, ci si giocherà il tutto per tutto in gara-7. Chi vincerà affronterà i Boston Celtics nella finale di Conference, e i Knicks potranno sfruttare il fattore-campo al Madison Square Garden per provare a cancellare la delusione odierna. Dopo un avvio equilibrato, i Pacers scattano infatti nel secondo quarto (61-51 a metà gara) e non si voltano più indietro fino alla vittoria per 116-103. Tocca a Indiana vincere la lotta al rimbalzo (44 a 37) e dominare coi lunghi. Pascal Siakam vive una serata da miglior realizzatore dei suoi, chiudendo con 25 punti e 7 rimbalzi in una notta da +20 di plus/minus, e sono sei i giocatori in doppia cifra. Alle sue spalle brillano infatti Turner (17) e un terzetto a quota 15 composto da Nembhard, Haliburton e McConnell, con l'ex Obi Toppin a quota 11. Coach Rick Carlisle ha preparato alla perfezione la partita e si vede, perché i Pacers dominano in area: 62 punti a 38, sfiorando il 54% dal campo ed evitando l'eliminazione. 

Nelle fila dei Knicks, che tremano per l'infortunio di Josh Hart dopo mezz'ora di gioco (può saltare gara-7), il migliore è sempre Jalen Brunson. Questa volta, però, la stella newyorkese vive una notte sottotono: imbrocca i primi due tiri, ma poi ne sbaglia undici consecutivi prima di risvegliarsi nel finale. Chiuderà con 31 punti, ma il dato di 11/26 al tiro è tutt'altro che soddisfacente. Alle sue spalle brillano solo McBride (20) e DiVincenzo (17), poi c'è un sostanziale vuoto: prima dell'infortunio, Hart aveva messo a referto cinque punti. Domenica sera dunque i Knicks si giocheranno tutto in gara-7 con un'evidente carenza nei lunghi: out Randle, Robinson, Bogdanovic, Anunoby e probabilmente l'ex Villanova. Giocare al Madison Square Garden favorisce comunque i padroni di casa, con una coincidenza: anche ventinove anni fa capitò una gara-7 tra le due formazioni, vinse Indiana proprio in terra newyorkese. Uno scenario che i Knicks cercheranno di evitare ad ogni costo, in un'annata che sin qui è stata assolutamente positiva. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti