Nba, playoff: super LeBron James, Cleveland riapre i giochi

Il fattore campo si rivela determinante, Golden State si arrende 120-90, la serie è ora sul 2-1 a favore dei Warriors

Golden State, Afp

Cleveland questa volta c'è, si dimentica delle due batoste prese nelle prime due partite delle Finals Nba e vince 120-90 contro Golden State gara 3, portando la serie sul 2-1 a favore dei Warriors. La Quicken Loans Arena si rivela determinante per i Cavaliers, che sostenuti dal proprio pubblico dominano il match, affidandosi alla vena realizzativa del loro fuoriclasse, LeBron James, che segna 32 punti, Curry si ferma a 19.

Golden State, lontana dalle mura amiche sembra altra squadra rispetto a quella capace di dominare le prime due partite della serie nelle Finals. I Warriors iniziano proprio male il match, sbagliando ben nove dei primi undici tiri. I Cavaliers al contrario partono subito forte portandosi sul 19-4. Nel secondo quarto, invece, la partita un po' cambia, Curry comincia ad indovinare qualche tripla e i Cavs sbagliano parecchi tiri, all'intervallo il vantaggio dei padroni di casa è di otto punti, 51-43. Nel terzo quarto però la partita prende un verso ben preciso, LeBron James si scatena e comincia a segnare da tutte le posizioni del campo, il più venti all'inizio dell'ultimo quarto sancisce la superiorità di Cleveland, LeBron James chiude con 32 punti e 11 rimbalzi, Irving ne mette a referto 30, Smith altri 20. Il finale, 120-90 poteva anche essere più pesante, Curry fa il suo con 19 punti, ma manca l'apporto dei compagni. La serie è ufficialmente riaperta.

TAGS:
Basket
Nba
Golden State
Cleveland