Italvolley-Zaytsev, una vicenda paradossale

La mancanza di elasticità ci priva del miglior giocatore azzurro

di
  • A
  • A
  • A

Ivan Zaytsev è il più forte giocatore italiano di pallavolo, uno tra i migliori al mondo. Ivan Zaytsev è soprattutto l'uomo immagine del volley italiano, l'unico nome e l'unico volto conosciuti anche da chi della disciplina non è particolarmente appassionato. Insomma trattiamo con materiale pregiato nella nicchia degli sport minori dei quali, in fondo, si parla solo in occasione delle grandi manifestazioni. Quest'anno sono in calendario i campionati europei di pallavolo e Ivan Zaytsev non sarà convocato.

Ivan non è infortunato, quindi è disponibile. Purtroppo il motivo della sua esclusione è tipicamente italiano. Lo zar ha un contratto con un marchio di scarpe diverso da quello che ha sottoscritto la federazione con una griffe concorrente. Nel calcio il problema non sussiste, perché i giocatori della nazionale sono obbligati ad indossare la divisa tecnica, ma liberi di utilizzare le calzature prodotte dagli sponsor personali. Non si comprende perché la pallavolo italiana non abbia previsto un'eccezione sulle scarpe. Una vicenda paradossale, con il miglior giocatore italiano costretto a fare lo spettatore dei campionati europei. Un po' come se il Portogallo decidesse di rinunciare a Cristiano Ronaldo o l'Argentina a Leo Messi per una questione di marchi. Una clamorosa mancanza di elasticità destinata a lasciare ancora a lungo la pallavolo tra gli sport minori, privata del miglior giocare e dell'unico volto davvero popolare.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments