WIMBLEDON

Wimbledon, Musetti: "Djokovic è una leggenda ma io amo le sfide e sono ambizioso"

L'azzurro dopo la vittoria nei quarti contro Fritz: "Sarà una delle sfide più complicate, io darò il 100%"

  • A
  • A
  • A

"Non ho parole, è difficile parlare. Non ho ancora realizzato quello che ho fatto. Grazie al pubblico e a tutti i tifosi italiani che erano qui a sostenermi". Lorenzo Musetti commenta a caldo la sua vittoria contro Taylor Fritz nei quarti di finale di Wimbledon. "Non avevo mai giocato su questo campo, questo stadio fantastico, ed è stato un onore. Io e Taylor abbiamo giocato una partita fantastica, sono davvero felicissimo per la mia prima semifinale qui", ha aggiunto l'azzurro, che da lunedì sarà il numero 16 del mondo.

Vedi anche Magico Musetti a Wimbledon: l'azzurro lotta con Fritz e centra per la prima volta la semifinale Tennis Magico Musetti a Wimbledon: l'azzurro lotta con Fritz e centra per la prima volta la semifinale
"Mi sono tenuto il meglio per il quinto set - ha detto ancora Musetti - Non ho iniziato benissimo, lui comandava il gioco con il servizio poi ho avuto una bella reazione nel secondo set e da lì ho cambiato il mio atteggiamento. È quello che ha fatto la differenza, mi auguro ora di avere ancora qualcosa da dire venerdì", quando affronterà il sette volte campione di Wimbledon Novak Djokovic. "Forse lui conosce meglio di me la superficie e il campo, è una leggenda ovunque ma soprattutto qui. Negli ultimi anni ha fatto qualcosa di impensabile per tutti, lo conosco per averlo già affrontato, sarà una grande lotta. Penso sarà una delle sfide più complicate, ma io amo le sfide e sono ambizioso. Darò il 100% di quello che ho e poi vedremo".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti