TENNIS

Tennis, Roland Garros: Nadal è ancora re, battuto Ruud

Lo spagnolo domina il norvegese in tre set 6-3 6-3 6-0 e conquista lo Slam francese per la quattordicesima volta in carriera

  • A
  • A
  • A

Rafael Nadal scrive un altro magico capitolo della sua storia d’amore con il Roland Garros. Lo spagnolo conquista il trofeo parigino per la quattordicesima volta in carriera, battendo il norvegese Casper Ruud in tre set con un netto 6-3 6-3 6-0, in una partita quasi mai in discussione. Il maiorchino, che ha da poco compiuto 36 anni, migliora il record assoluto di Slam vinti in carriera, arrivando a quota 22, due in più di Federer e Djokovic.
 

Il Roland Garros è ancora il meraviglioso regno di Rafael Nadal. Anche a 36 anni, lo spagnolo si conferma il dominatore incontrastato dello Slam su terra rossa e si sbarazza del norvegese Casper Ruud in appena 2h18’, vincendo con un agevole 6-3 6-3 6-0. Il maiorchino migliora così due record assoluti nella storia del tennis maschile, arrivando a 14 titoli del Roland Garros e ben 22 Slam complessivi. L’attuale numero 5 al mondo assicura il suo dominio sul Philippe-Chatrier fin dall’avvio, conducendo il primo set dall’inizio alla fine. Ottenuto un break in apertura, Nadal inciampa solo nel terzo game, in cui perde il servizio commettendo due doppi falli, ma riprende subito il vantaggio e allunga fino al 6-3, ottenuto con un potente servizio esterno sul rovescio dell’avversario. Ruud dal canto suo prova a variare il gioco, ma ha un ventaglio limitato di possibilità, soprattutto legate al servizio a uscire e a qualche accelerazione di dritto. La sua difesa comunque non basta per mettere in difficoltà lo strapotere fisico del grande favorito. L’unica sliding door della partita si presenta nel secondo set, quando il norvegese approfitta di un altro passaggio a vuoto del maiorchino in battuta e si prende il break per andare a condurre 3-1. Qualche errore di troppo e poca fluidità nei punti decisivi permettono tuttavia a Nadal di rientrare ed effettuare subito il controsorpasso, inanellando cinque game consecutivi. Il doppio fallo di Ruud che mette fine al secondo parziale, con un altro 6-3, delinea la situazione psicologica della testa di serie numero 8 del torneo. Il terzo set è solo una passerella verso il nuovo trionfo di Nadal, che prende subito il break e non concede nulla allo scandinavo, ormai fuori dalla partita. Il maiorchino è spietato fino al 6-0 finale, che ottiene con un bel rovescio lungolinea per poi festeggiare una volta di più sulla terra rossa su cui ha gioito in diverse occasioni, 17 anni dopo il suo primo titolo parigino. Dopo l’Australian Open, lo spagnolo si prende anche il secondo Slam stagionale e tiene vivo il sogno Grande Slam

Vedi anche Roland Garros: Swiatek spazza via la Gauff, è lei la regina di Francia Tennis Roland Garros: Swiatek spazza via la Gauff, è lei la regina di Francia

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti