TENNIS

Roland Garros: Swiatek spazza via la Gauff, è lei la regina di Francia

La numero 1 del mondo supera l’americana in finale 6-1, 6-3 ed eguaglia il record di Venus Williams di 35 vittorie consecutive

  • A
  • A
  • A

Iga Swiatek sempre più dominatrice del tennis femminile in questo 2022. La polacca conquista il titolo del Roland Garros superando nettamente la 18enne americana Coco Gauff, alla prima finale Slam in carriera: 6-1, 6-3 il punteggio per la numero 1 del mondo che centra anche il record di 35 partite vinte di fila, eguagliando una leggenda come Venus Williams. Per la Swiatek è la seconda vittoria a Parigi dopo il successo del 2020.  

Iga Swiatek non si ferma più e a Parigi centra il bottino pieno. Titolo del Roland Garros concedendo il bis dopo il successo nel 2020, record di 35 vittorie consecutive eguagliando Venus Williams che ci riuscì nel 2000, prima posizione in classifica sempre più salda nelle sue mani. Davvero imbattibile la polacca in questo 2022 magico per lei: da mesi nessun’altra tennista sembra in grado di superarla e anche oggi, nella finale femminile di Parigi vinta 6-1, 6-3, la 18enne Coco Gauff ha dovuto fare solo da spettatrice allo strapotere dell’avversaria. Partita a senso unico in cui l’americana, alla prima finale Slam in carriera, ha mostrato tutta la tensione del debutto. Un treno invece la Swiatek, senza pietà sin dalle prime battute e decisa a riscrivere la storia del tennis femminile.

La numero 1 del mondo concede quindi il bis a Parigi due anni dopo il primo trionfo, mentre sono passati ben 22 anni dall’ultima volta che una tennista era stata in grado di vincere 35 partite di fila nel circuito: una leggenda come Venus Williams, mentre la sorella Serena si era fermata a 34. A 21 anni la polacca ha in mano il suo destino e sembra non avere rivali: anche la finale odierna è stata una passerella di appena un’ora e 10 minuti, in cui la Swiatek ha subito imposto la propria superiorità scappando 4-0 in avvio di match e lasciando le briciole all’avversaria, visibilmente tesa e troppo fallosa soprattutto col dritto (a fine match saranno 23 gli errori non forzati). Centrata invece la Swiatek (18 vincenti), che ha commesso un solo passo falso cedendo la battuta in avvio di secondo set, prima di riprendere a carburare e correre spedita indisturbata verso il trofeo da Regina di Francia. 

"NON E' STATO FACILE, PRESSIONE ENORME"
"Vorrei dire all'Ucraina di mantenere la forza". Così Iga Swiatyek, sul palco della premiazione a Parigi dopo il successo al Roland Garros, lancia un nuovo appello all'Ucraina, invasa dalla Russia dallo scorso febbraio. "Dal mio discorso di Doha speravo che la situazione miglioasse. Non è stato così, ma ho ancora speranze", ha aggiunto la numero uno del ranking Wta. "Ringrazio il mio team, non sarei qui senza di voi. Ogni pezzo del puzzle si è unito, stiamo lavorando tutti e questa vittoria ce la meritiamo. Due anni fa vinsi il titolo qui e fu qualcosa di straordinario, questa volta ho lavorato duramente e non è stato semplice, la pressione è stata enorme. Ogni volta che vengo qui sono sempre più motivata", ha aggiunto. Pioi si è rivolta alla sua giovanissima avversaria Coco Gauff, battuta in finale: "Sta facendo un lavorio straordinario, troverai il tuo percorso, ne sono piuttosto sicura".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti