TENNIS

Tennis, Roland Garros: Fognini avanza, Giannessi sfiora l’impresa. Cocciaretto out

Dei tre azzurri impegnati nella prima giornata, avanza solo il n. 29 Atp: Barrere battuto 6-4, 6-1, 6-4. Nishikori trema contro lo spezzino

  • A
  • A
  • A

Fabio Fognini è l’unico italiano ad avanzare nella giornata inaugurale del Roland Garros: battuto 6-4, 6-1, 6-4 Barrere in poco più di due ore. Esce fra gli applausi Alessandro Giannessi: lo spezzino, proveniente dalle qualificazioni, costringe Kei Nishikori a una battaglia di oltre quattro ore ma perde 6-4, 6-7(4), 6-3, 4-6, 6-4. Fra le donne, nulla da fare per Elisabetta Cocciaretto, eliminata dalla romena Ana Bogdan con un netto 6-1, 6-3.

Una qualificazione piuttosto semplice, un’impresa solo sfiorata e un’eliminazione senza appello. È questo il bilancio della giornata inaugurale del Roland Garros, che vedeva tre atleti italiani impegnati sulla terra rossa di Parigi. L’unico a superare il turno è Fabio Fognini: il numero 29 Atp batte 6-4, 6-1, 6-4 la wild card francese Gregoire Barrere e avanza al round successivo, dove incontrerà Marton Fucsovics (giustiziere di Gilles Simon per 6-4, 6-1, 7-6). Match relativamente semplice per Fognini, che si libera del proprio avversario in due ore e nove minuti soffrendo un po’ solo nelle primissime battute, prima di scatenarsi nella seconda e nella terza frazione. Esce invece, anche se fra gli applausi del pubblico francese, Alessandro Giannessi: lo spezzino, alla prima partecipazione nel tabellone principale dell'Open di Francia, dà grandissimo filo da torcere a Kei Nishikori, attuale numero 49 della graduatoria mondiale ed ex top 5, in una maratona di 4 ore e 4 minuti che il nipponico vince 6-4, 6-7(4), 6-3, 4-6, 6-4. Nel quinto set l'azzurro (n. 159 Atp, proveniente dalle qualificazioni) va avanti fino al 4-2, ma risente della stanchezza e perde consecutivamente gli ultimi quattro giochi, pur concedendo il successo all’avversario solo ai vantaggi nel decimo game, dopo due match point sprecati. Resta comunque il rimpianto per non essere riuscito ad eguagliare il suo miglior risultato in uno slam, il secondo turno raggiunto agli Us Open nel 2016. In campo femminile deve già tornare a casa l’unica azzurra impegnata oggi, Elisabetta Cocciaretto: prestazione da dimenticare per la numero 113 Wta, che soccombe alla romena Ana Bogdan (n. 102) 6-1, 6-3, in soli 67 minuti di gioco. Le speranze italiane nel torneo femminile restano sulle spalle di Martina Trevisan e Camila Giorgi, impegnate lunedìrispettivamente contro la belga Alison Van Uytvanck e la croata Petra Martic, entrambe più in alto rispetto alle proprie avversarie nella graduatoria mondiale.

Per quanto riguarda i cosiddetti “big”, la notizia della prima giornata è senza dubbio la precoce eliminazione di Thiem, presentatosi allo Slam con la testa di serie numero 4 del tabellone e costretto ad abbandonare il torneo alla prima difficoltà: l’austriaco cede infatti in cinque set ad Andujar (4-6, 5-7, 6-3, 6-4, 6-4), conquistando i primi due e cedendo poi allo spagnolo con un evidente calo nella prestazione. Un grosso spavento caratterizza anche la sfida di Zverev, ma il match con il connazionale Otte si raddrizza dopo due set terribili del numero 6 del ranking Atp: 3-6, 3-6, 6-2, 6-2, 6-0 il risultato. In serata supera poi il suo impegno Tsitsipas (7-6, 6-3, 6-1) contro Chardy, con un inizio tirato e culminato con un tie break e un prosieguo ben più tranquillo verso il secondo turno, per il greco. Cade invece Evans contro Kecmanovic nonostante il dominio incontrastato iniziale (1-6, 6-3, 6-3, 6-4), mentre Dimitrov si ritira contro Giron con il vantaggio di un set ma in netta difficoltà fisica: 6-2, 6-4, 5-7, 0-3. Sul velluto invece Khachanov su Vesely, concedendo soltanto sei game in tutto, come Bautista Agut nel derby spagnolo con Vilella Martinez. Anche Carreno Busta esordisce superando l’ostacolo Gombos, mentre Garin tentenna inizialmente con Londero per poi domarlo 3-6, 6-4, 7-6, 6-2.

Nel tabellone femminile nessun problema invece per le più attese, ovvero Osaka e Sabalenka. La giapponese liquida Tig 6-4, 7-6, mentre la bielorussa fa lo stesso contro Konjuh per 6-4, 6-3. Qualche problemino in più per Kvitova (7-6, 6-7, 6-1 contro Minnen), con Pavlyuchenkova, Kudermetova e Rybakina altre teste di serie al secondo turno in soli due set: affondate rispettivamente McHale, Anisimova e Jacquemot senza molti grattacapi. Unica a cadere Kerber, favorita con la testa di serie numero 26, ma battuta da Kalinina 6-2, 6-4: il Roland Garros della tedesca è già ai titoli di coda. Sorride infine anche Azarenka, superando Kuznetsova 6-4, 2-6, 6-3.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments