TENNIS

Roland Garros: Matteo Arnaldi firma l'impresa con Andrej Rublev e vola agli ottavi, tra le donne c'è anche Cocciaretto

Il 23enne di Sanremo si è imposto per 7-6 6-2 6-4 sul numero 6 al mondo, alle prese con i tradizionali problemi caratteriali

di
  • A
  • A
  • A
Roland Garros: Matteo Arnaldi firma l'impresa con Andrej Rublev e vola agli ottavi, tra le donne c'è anche Cocciaretto - foto 1
© Getty Images

Il carattere fumantino e l'eccessiva durezza nei confronti di sè stesso costano ancora una volta un'eliminazione a sorpresa per Andrej Rublev. Il numero sei al mondo ha dovuto arrendersi al terzo turno del Roland Garros al ligure Matteo Arnaldi che, forte di un servizio micidiale e di una lucidità senza precedenti, si è imposto per 7-6 6-2 6-4. Una prestazione super per il 21enne di Sanremo che per la prima volta in carriera accede agli ottavi dello Slam francese. Tra le donne vola agli ottavi Elisabetta Cocciaretto.

Prima parte apparentemente a favore del russo che si salva per due volte sul proprio turno di battuta nel secondo game, ma che porta a casa il break sul 3-3 incrinando la resistenza del ligure, capace di mettere in luce un grande tennis. Il moscovita non scappa però via e si fa subito riprendere dall'azzurro che riporta la situazione in parità. Con Rublev che ritrova sicurezza in battuta, si va verso il tie-break dove trova Arnaldi trova due ace e soprattutto manda fuori giri Rublev in risposta chiudendo il set a proprio favore sul 7-6.

Tutto ciò mette in crisi il 26enne di Mosca che inizia a incappare in doppi falli e soprattutto perde la concentrazione accompagnata da una resistenza stoica di Arnaldi che a quel punto strappa per due volte il servizio all'avversario e gli consente di vincere il secondo gioco per 6-2. Forte di una precisione in battuta, il sanremese scatena in Rublev una crisi di nervosismo con tanto di racchetta rotta e sconfitta più vicina. 

Terzo set equilibrato sino al settimo game quando l'aggressività di Arnaldi e il sostegno del pubblico paga conquistando nuovamente il break e a quel punto e indirizzandosi velocemente verso l'impresa con ben tredici ace messi a segno oltre a un Rublev sempre più in confusione, impegnato ancora una volta a "fustigarsi" sulle ginocchia con il proprio attrezzo. Nulla da fare per il russo che deve così arrendersi per 6-4 dopo una partita che ha messo in luce il talento del ligure, pronto a vivere il primo ottavo della carriera nel torneo transalpino.

"Non ero il favorito, non è mai facile in certe situazioni. Le condizioni del campo erano molto diverse, il campo era molto umido e le palle pesanti. Ho cercato di mettere energia e l'andamento della partita mi ha dato fiducia - ha commentato Arnaldi dopo la vittoria - I risultati degli italiani? Stiamo giocando in modo fantastico. Questa cosa ci spinge gli uni con gli altri a dare il meglio, se qualcuno fa qualcosa di buono acquisiamo sempre più fiducia, il nostro obiettivo è fare sempre meglio e questa cosa sta funzionando. È bellissimo giocare in una atmosfera del genere, non vedo l'ora di vederci al prossimo turno".

Ad anticipare di qualche ora Arnaldi agli ottavi di finale ci ha pensato Elisabetta Cocciaretto che ha centrato il pass battendo per 7-6(4) 6-2 la russa Liudmila Samsonova. La 23enne marchigiana ha conquistato due break subito in partenza volando sul 4-0 subendo però un'improvvisa rimonta da parte dell'avversaria che si è riportata sul 5-5 annullando di fatto quanto guadagnato dall'azzurra. La tennista dorica non ha però perso la concentrazione e dopo quasi un'ora è venuta a capo di un set particolarmente complicato vinto al tie-break per 7-6. 

Seconda frazione complicata per Cocciaretto che si è trovata al terzo set in grossa difficoltà dovendo cancellare ben tre tentativi di Samsonova di scappare via. Questo atteggiamento guerrigliero ha però premiato l'anconetana che ha ribaltato velocemente la situazione venendone della situazione con un netto 6-2 che la lancia agli ottavi contro la numero 3 al mondo Coco Gauff. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti