ROLAND GARROS

Roland Garros: Djokovic e Nadal passeggiano, Trevisan vola agli ottavi. Ok Zverev e Alcaraz

Il serbo e il maiorchino superano Bedene e van de Zandschulp, il tedesco e il classe 2003 battono Nakashima e Korda. La toscana stende l'australiana Saville: ora c'è Sasnovich

  • A
  • A
  • A

Nessun problema nel terzo turno del Roland Garros per Novak Djokovic e Rafael Nadal. Il serbo travolge Bedene e lancia la sfida a Schwartzman, mentre il maiorchino batte l'olandese van de Zandschulp e se la vedrà con Auger-Aliassime. Sorridono anche Zverev e Alcaraz, che superano Nakashima e Korda. Soddisfazione per l'Italia nel tabellone femminile: Martina Trevisan stende 6-3, 6-4 Daria Saville e vola agli ottavi contro Aliaksandra Sasnovich.

© Getty Images

TABELLONE MASCHILE
Altro turno agevole al Roland Garros per Novak Djokovic: il serbo si libera senza problemi di Aljaz Bedene e avanza al quarto turno al termine di un match saldamente in mano al numero 1 al mondo, che nel corso di tutta la partita resta sempre al comando delle operazioni, concedendo una sola palla break. Al contrario, lo sloveno ne concede tante e, già nel primo set, ne salva ben cinque prima di crollare al sesto game: 4-2 che si trasforma nel 6-3 del primo parziale. Nel secondo, Nole ha solo due occasioni per strappare il turno in battuta al numero 195 della classifica Atp, ma le sfrutta entrambe per replicare il 6-3 del primo set. Nel terzo, spetta a Djokovic il primo turno in battuta, e quasi lo perde, riuscendo però ad annullare la palla break che, invece, gli permette nel quarto game di volare sul 3-1: è la resa di Bedene, che perde nuovamente il servizio e regala, al secondo match point, il passaggio del turno a Novak Djokovic.

L'ostacolo tra il serbo e gli ottavi di finale si chiama Diego Schwartzman: l'argentino travolge Grigor Dimitrov, battuto con il punteggio di 6-3, 6-1, 6-2 dopo un match praticamente perfetto del numero 16 della classifica Atp, che batte il bulgaro, 21esimo al mondo, in poco più di due ore di gioco al termine di un primo set con ben 19 palle break. Nel secondo ce ne sono solo due, tutte però sfruttate da Schwartzman, che vola sul 6-1 e, nel terzo, passa dallo 0-2 al 6-2 finale.

Il terzo turno si rivela agevole anche per Rafael Nadal: il maiorchino batte in tre set l'olandese Botic van de Zandschulp, giustiziere di Fabio Fognini. Nonostante un break incassato subito al primo set, il tredici volte vincitore sulla terra rossa francese si riprende e, una volta pareggiati i conti, strappa il servizio portandosi sul 4-2, che automaticamente diventa 6-3 a fine primo set. Nel secondo, il numero 5 al mondo fa ancora meglio e passa dall'1-1 al 5-1, sfiorando anche il terzo break di fila, ma van de Zandschulp annulla il set point: poco male, perché nel turno successivo in battuta lo spagnolo trova il 6-2. 

Anche il terzo parziale sembra ben indirizzato, visto che Nadal vola subito sul 4-0, ma l'olandese recupera uno dei due break di svantaggio e risale fino al 3-4. Al momento di servire per il passaggio del turno, il maiorchino si vede annullare un match point, rischia il 5-5, ma alla fine chiude sul 6-3, 6-2, 6-4: si aprono così le porte degli ottavi di finale, con una finestra su un quarto che potrebbe vedere opposti proprio Rafael Nadal e Novak Djokovic.

Intanto, il prossimo avversario del re della terra rossa sarà Felix Auger-Aliassime: il canadese batte in tre set, ma con due tie-break, il serbo Filip Krajinovic, steso con il punteggio di 7-6(3), 7-6(2), 7-5. Il 21enne di Montreal vince un primo parziale senza palle break, ne incassa uno nel secondo al momento di servire per il 6-3 ma domina 7-2 il tie-break. Nel terzo, invece, il break decisivo arriva proprio quando il 6-6 sembra ancora inevitabile: al secondo match point, è 7-5.

Dopo un secondo turno più che complicato, Alexander Zverev si concede una giornata meno stressante e batte in tre set Brandon Nakashima: finisce 7-6(2), 6-3, 7-6(5) per il numero 3 al mondo, che ha però bisogno di due tie-break eliminare l'americano. Il prossimo avversario del tedesco sarà Bernabé Zapata Miralles: lo spagnolo supera al quinto set John Isner, con l'americano che pareggia i conti al tie-break (7-5) prima di cedere 6-3 nel parziale decisivo.

Tra gli spagnoli c'è anche il baby fenomeno Carlos Alcaraz che, come Zverev, impiega tre set per avere ragione di un altro statunitense: Sebastian Korda, battuto con il punteggio di 6-4, 6-4, 6-2 in poco più di due ore di gioco al termine di un match nel quale il 19enne non perde mai il servizio, approfittando invece dei buchi lasciati dall'americano. Ora, Alcaraz se la vedrà con Karen Khachanov: il russo batte 6-2, 7-5, 5-7, 6-4 il britannico Cameron Norrie.

TABELLONE FEMMINILE
Grande gioia per l'unica italiana di giornata nel tabellone femminile: Martina Trevisan si libera di Daria Saville e conquista gli ottavi di finale sulla terra rossa francese. La toscana si libera con un netto 6-3, 6-4 dell'australiana, il tutto in un'ora e mezza di gioco e dopo aver concesso una sola palla break nel primo set, prontamente annullata, mentre nel secondo perde il servizio sull'1-0 a favore, ma ritrova il break di vantaggio. Il game fondamentale per la numero 59 della classifica Wta è il sesto: salva ben sei palle break e si porta sul 4-2, poi vola sul 5-2. L'occasione è quella di servire per il match, ma perde il turno in battuta: il secondo tentativo, però, è quello buono, e alla fine è 6-3, 6-4 per Martina Trevisan, che vola così agli ottavi.

A sorpresa, l'avversaria dell'italiana non sarà Angelique Kerber, ma Aliaksandra Sasnovich: la bielorussa, infatti, batte 6-4, 7-6(5) in un'ora e mezza di gioco la tedesca, numero 17 della classifica Wta, che perde per ben cinque volte il servizio. Ora, la sfida tra Trevisan e Sasnovich, 47esima al mondo, vale un posto nei quarti di finale. Sorridono anche Cori Gauff, Elise Mertens e Leylah Annie Fernandez: battute rispettivamente Kanepi (6-3, 6-4), Gracheva (6-2, 6-3) e Bencic (7-5, 3-6, 7-5). Sarà sfida tra la belga e l'americana, mentre la canadese se la vedrà con la statunitense Amanda Anisimova, che avanza dopo il ritiro della ceca Karolina Muchova.

L'ultimo ottavo di giornata a comporsi è quello tra Sloane Stephens e Jil Belen Teichemann: l'americana si libera senza problemi della padrona di casa Diane Parry (6-2, 6-3), mentre l'elvetica supera in tre set, in rimonta e al tie-break la bielorussa Victoria Azarenka: 4-6, 7-5, 7-6(5) i parziali.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti