COPPA DAVIS

Coppa Davis, Italia-Svezia 2-1: Fognini e Bolelli firmano il successo

Gli azzurri soffrono più del previsto, ma battono la Svezia nell'ultimo match della fase a gironi: Berrettini vince il primo singolare, Sinner va ko ed è decisivo il doppio

  • A
  • A
  • A

L'Italia, che si era già qualificata alle Finals di Malaga, chiude il girone di Coppa Davis a punteggio pieno: battuta 2-1 la Svezia. Gli azzurri soffrono più del previsto: dopo il successo iniziale di Berrettini contro Elias Ymer (6-4, 6-4), arriva la sconfitta per Sinner nel secondo singolare. Decisivo dunque il doppio: Fognini e Bolelli sconfiggono Göransson e Madaras in due set (7-6, 6-2), soffrendo nel primo parziale. Ora gli USA. 

BERRETTINI VS E. YMER 6-4 6-4
Inizia nel migliore dei modi l'ultima sfida della fase a gironi di Coppa Davis, con l'Italia già qualificata ai quarti dallo scorso match. Contro la Svezia tocca subito a Matteo Berrettini, che affronta Elias Ymer e lo regola con un doppio 6-4 in 1h15'. Il romano parte al rallentatore, con lo scandinavo che lotta punto su punto e si porta in vantaggio sul 4-3. Nel momento decisivo, però, Berrettini alza i ritmi e rimonta fino allo scatto decisivo: un break di 3-0 vale il 6-4 finale e la vittoria nel primo set. Stesso copione nel secondo parziale, decisivo per la vittoria azzurra: Ymer parte ad altissimo ritmo, Berrettini osserva e sorpassa. Il 4-2 dell'azzurro è il preludio ad un rush finale che porta al 6-4 conclusivo. Basta 1h15' di gioco per il vantaggio dell'Italia, che cerca di chiudere a punteggio pieno.

SINNER VS M. YMER 4-6 6-3 3-6
L'Italia, già sicura del primo posto nel girone, sperava di chiudere subito la sfida col secondo singolare e il successo di Jannik Sinner su Mikael Ymer, ma arriva un risultato a sorpresa: lo svedese vince in tre set e si va sull'1-1. Parte male l'altoatesino, che fatica ad entrare nel ritmo della partita e ad imporsi sull'avversario: Ymer si porta sul 3-1 e reagisce subito ai tentativi di rientro dell'azzurro, che alterna buone giocate ad errori grossolani. Si chiude con tre set point per Ymer, che li sfrutta per arrivare al 6-4 finale. La reazione di Sinner arriva nel secondo parziale, con un break che va a spegnere l'iniziale vantaggio dello scandinavo: Jannik si porta ampiamente in vantaggio e chiude con un 6-3 che fornisce buone speranze per il set conclusivo. Succede invece tutto il contrario rispetto alle attese attese: il ribaltone di Ymer, che passa dal 2-1 al vantaggio, spegne le velleità dell'azzurro. Lo svedese si fa annullare due match point, poi chiude con un perentorio 6-3. Mikael Ymer batte dunque Jannik Sinner in tre set (6-4, 3-6, 6-3), dopo 2h22' di gioco. Irriconoscibile l'altoatesino, apparso scarico e deconcentrato nelle fasi chiave della sfida.

FOGNINI-BOLELLI VS MADARAS/GÖRANSSON 7-6 6-2
La sfida si conclude col successo di Fognini e Bolelli nel doppio, non senza patemi d'animo. Gli svedesi Göransson e Madaras, nonostante l'ampio divario nel ranking, vendono infatti cara la pelle nel primo set: il break iniziale è degli scandinavi, che riescono ad avere un buon vantaggio iniziale prima del rientro azzurro. Si lotta su ogni punto all'Unipol Arena di Bologna, con Bolelli e Fognini che riescono a sfruttare la spinta del pubblico per arrivare al tiebreak e dominarlo: il primo set viene vinto col punteggio di 7-6 (6-2). Il secondo parziale è un assolo azzurro, nonostante i tentativi di rientro di Göransson e Madaras: l'Italia va subito sul 3-0 e scappa nella seconda parte del set, chiudendo la sfida al primo match point. 6-2 azzurro, vittoria in due set (1h28') e il girone viene chiuso a punteggio pieno: solo Germania e Olanda, tra le qualificate alle Finals di Malaga, hanno ottenuto lo stesso risultato. Ora gli Stati Uniti, per sognare in questa Coppa Davis: si giocherà il 24 novembre. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti