COPPA DAVIS

Coppa Davis, Italia-Stati Uniti 2-1: esordio da sogno per Sonego e Sinner, cade il doppio

Lorenzo supera 6-3, 7-6 (4) Opelka, l’altoatesino mette a segno un devastante 6-2, 6-0 su Isner, perdono invece Fognini e Musetti contro Ram e Sock

  • A
  • A
  • A

L’Italia si impone 2-1 nella prima sfida del gruppo E di Coppa Davis contro gli Stati Uniti. Gli azzurri si portano così al comando del girone e domani affrontano la Colombia per ipotecare i quarti di finale. A Torino, esordio da sogno per Lorenzo Sonego e Jannik Sinner: il torinese supera 6-3, 7-6 (4) Opelka, Sinner distrugge Isner per 6-2, 6-0. Infine, Fabio Fognini e Lorenzo Musetti si arrendono invece 7-6 (5), 6-2 a Ram e Sock nel doppio.    

Getty Images

SONEGO-OPELKA 2-0
Non poteva esserci esordio migliore per Lorenzo Sonego in Coppa Davis: l’azzurro, davanti al pubblico della sua Torino (città in cui è nato) regala il primo punto all’Italia nella sfida contro gli Stati Uniti, valida per il girone E della competizione. Grande prova di Sonego che riesce a disinnescare le bordate del gigante Reilly Oplelka (2 metri e 11 di altezza) con il punteggio di 6-3, 7-6 (4). Nel primo set la svolta arriva nel settimo gioco, quando Opelka ha una palla break ma Sonego riesce ad annullarla tenendo poi il turno di servizio. A quel punto l’americano sente il contraccolpo dell’occasione non sfruttata e nel game successivo commette un paio di errori a rete che regalano il break all’azzurro, poi Sonego serve benissimo e chiude 6-3 il primo set. Sonego è carico ed esalta il pubblico, Opelka però torna a servire benissimo e dopo aver annullato una palla break nel settimo gioco riesce a issarsi fino al tie break: qui l’azzurro però non sbaglia nulla e riesce a chiudere il tie break per 7-4. “Un’emozione incredibile, l’esordio che sognavo nella mia Torino, sono davvero contento” le parole di Sonego a fine match. 

SINNER-ISNER 2-0
Devastante Jannik Sinner all’esordio in Coppa Davis: come Sonego, anche l’altoatesino mette a segno una prestazione perfetta contro il malcapitato John Isner, veterano del circuito costretto a soccombere con un nettissimo 6-2, 6-0 sotto i colpi di un ispiratissimo Sinner. Nel primo set il 20enne azzurro non lascia scampo all'avversario con un doppio break: nonostante la potenza al servizio dell’americano, l’altoatesino riesce a rispondere benissimo e allo stesso tempo a tenere facilmente i turni di servizio. Il 6-2 finale è senza appello e nel secondo parziale la musica non cambia, anzi il break a favore dell’azzurro nel primo gioco spiana la strada a Sinner, che salva tre palle consecutive del contro break e a quel punto si avvia a un facile trionfo addirittura per 6-0. Prestazione davvero superba per Sinner emozionato a fine partita: “Lavoriamo per partite come questa, giocare in casa è bellissimo e continuiamo a sognare. Siamo un bellissimo gruppo”. 

FOGNINI/MUSETTI- RAM/SOCK 0-2
A risultato già acquisito il doppio azzurro non riesce ad arrotondare il punteggio e cade sotto i colpi della coppia americana composta da Rajeev Ram e Jack Sock. Combattono solo nel primo set Fabio Fognini e Lorenzo Musetti, preferito all’ultimo a Simone Bolelli dal capitano azzurro Filippo Volandri: le due coppie non riescono ad ottenere neanche un break e allora il parziale si porta al tie break. Qui gli americani giocano meglio i punti importanti e rimontano da 4-5 fino al 7-5 finale. E’ il momento di svolta del match, la coppia azzurra si disunisce mentre Ram e Sock prendono fiducia, allora il secondo set diventa una formalità e gli Stati Uniti riescono così a ottenere il punto della bandiera per il 7-6 (5), 6-2 finale che li tiene a galla nella classifica delle migliori seconde tra i gironi. 
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti