TENNIS

Coppa Davis, dopo Arnaldi e Sonego vince anche il doppio: è 3-0 Italia al Cile!

Nei due singolari gli azzurri rimontano rispettivamente Garin e Jarry, poi il torinese e Musetti superano Barrios Vera e Tabilo 6-7, 6-3, 7-6

  • A
  • A
  • A

Dopo la sconfitta per 3-0 contro il Canada, l’Italia si riscatta contro il Cile nel gruppo A e diventa padrona del proprio destino verso la qualificazione alla Final Eight di Coppa Davis a Malaga. A Bologna, Matteo Arnaldi batte Cristian Garin 2-6, 6-4, 6-3, Lorenzo Sonego annulla quattro match point e rimonta Nicolas Jarry (4-6, 7-5, 6-4) e infine Musetti e il torinese regolano Barrios Vera e Tabilo nel doppio con il punteggio di 6-7, 6-3, 7-6.

ARNALDI-GARIN 2-6, 6-4, 6-3
L’Italia incontra il Cile nel secondo appuntamento del gruppo A di Coppa Davis ed è già una sfida decisiva: gli azzurri sono infatti costretti a vincere per continuare a sperare nella qualificazione alla Final Eight di Malaga. Il primo duello della Unipol Arena di Bologna è quello tra Matteo Arnaldi (che nel doppio con Bolelli contro i canadesi ha dimostrato di essere in grande spolvero) e Cristian Garin. Il ligure rischia subito il break al primo game ma è bravo e fortunato (nastro favorevole) a mantenere il servizio. La situazione si ripresenta al terzo turno di battuta dell’italiano, che questa volta però infila un tris di giocate poco lucide e concede il gioco al cileno. L’inerzia del set passa tutta dalla parte del numero 103 al mondo, che raddoppia il break poco dopo e chiude il parziale sul 6-2.

Alla ripresa Matteo supera la tensione di inizio match e si procura subito due occasioni per andare sul 2-0, ma l’avversario serve magistralmente e riesce a tenere il turno di battuta. Si gioca sul servizio fino al decimo game, quando sul 5-4 l’azzurro mette in campo tutto il suo talento, va sul 40-0 e strappa il break che vale il pareggio. Il terzo set inizia con il numero 47 del circuito ATP in netta crescita e protagonista di un quarto game all’assalto, dove dopo sei tentativi riesce ad allungare sul 3-1 mostrando un tennis di alto livello. Arnaldi è incontenibile, lotta su ogni palla e riesce a gestire fino al 6-3 che termina l’incontro dopo due ore e ventitre minuti, regalando una vittoria fondamentale per le speranze azzurre.

Vedi anche Coppa Davis: batosta per l’Italia, è 3-0 Canada Tennis Coppa Davis: batosta per l’Italia, è 3-0 Canada

SONEGO-JARRY 3-6, 7-5, 6-4
Capitan Volandri sceglie Lorenzo Sonego per affrontare Nicolas Jarry nel secondo incontro in singolare. L’avvio è in salita per l’azzurro, che subisce immediatamente il break del sudamericano. Il numero 22 al mondo è difficile da arginare, ma nonostante questo Sonego riesce ad annullare tre palle del 3-0 e una nel turno di battuta successivo, restando nel set. Tuttavia, impensierire Jarry è impresa ardua e l’italiano è costretto a cedere nuovamente al servizio per il 6-3 che termina il parziale. Lorenzo rientra in campo con grande determinazione e si prende subito il break con un magnifico game in risposta. L’alto ritmo e la crescente fiducia nelle giocate gli permettono di condurre il set fino all’ottavo game, dove spreca due occasioni di 5-3 e subisce il controbreak del sudamericano. L’incontro torna a girare dalla parte di Jarry, che tiene il servizio e si procura quattro match point nel turno di Sonego, tutti annullati magistralmente. Il numero 38 del circuito ATP reagisce e si prende subito dopo il secondo break, chiudendo poi meritatamente 7-5 il parziale. Il livello tenuto dal torinese è impressionante e riesce a trovare ancora il break ad inizio terzo set recuperando dal 40-0 avversario. Tra adrenalina e concentrazione le redini della partita restano salde nelle sue mani e chiude sul 6-4 un match sontuoso, che significa vittoria nel confronto per l’Italia e possibilità di qualificazione alle finali nuovamente viva e concreta.

SONEGO/MUSETTI - BARRIOS VERA/TABILO 6-7 (3-7), 6-3, 7-6 (7-2)
Sorprende ancora l’Italia, che schiera Musetti in coppia con il torinese, reduce da una partita di quasi tre ore. Una vittoria del duo azzurro su Barrios Vera e Tabilo permetterebbe alla selezione nostrana di arrivare all’ultimo appuntamento con la Svezia senza doversi curare anche dell’esito di Canada-Cile per poter passare il turno. Si parte e gli italiani devono subito difendere il servizio dalle due palle break procurate dai cileni, ripetendosi nel turno di battuta successivo. Sale gradualmente il livello di Sonego-Musetti, che trovano le giuste misure e si procurano anche la palla del 5-3, che viene però neutralizzata dai sudamericani. L’occasione mancata aumenta la fiducia del Cile, che nel game successivo ha quattro palle break ma non riesce a sfruttarle. Si arriva così agli spareggi, che vedono i sudamericani chiudere 7-3. L’affiatamento avversario sembra avere la meglio sul talento della coppia tricolore, che è costretta a cambiare marcia per sperare nella rimonta: l’episodio arriva al settimo game del secondo set, dove i due riescono a costruirsi una doppia palla break che li porta avanti nel punteggio. Cresce la fiducia, con essa l’efficacia in campo e si ripetono poco dopo per il 6-3 che permette loro di andare al terzo parziale. Il set decisivo vede i due team giocare sul servizio fino al tie-break, che si chiude con il netto 7-2 che sorride all’Italia, che ora ha il destino nelle proprie mani in vista della sfida decisiva alla Svezia.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti