TENNIS

Wimbledon, Jasmine Paolini scrive la storia: prima italiana in finale

L’azzurra ha rimontato una situazione complicata imponendosi per 2-6 6-4 7-6 sulla croata Vekic, in finale sfida alla Krejčíková

di
  • A
  • A
  • A

Jasmine Paolini non molla mai, nemmeno sotto i colpi di Donna Vekic che sembrano cancellare i sogni di vedere un’italiana in finale a Wimbledon. La 28enne di Castelnuovo di Garfagnana deve faticare parecchio con la coetanea croata tuttavia, alla distanza, riesce a compiere la rimonta e imporsi per 2-6 6-4 7-6. Un match sofferto per la toscana che non entra in partita sino a metà del secondo set e rischia per due volte nel terzo, tuttavia la 28enne di Osijek finisce per perdere le energie necessarie per continuare e vede così sfumare la possibilità di giocarsi il titolo nel pomeriggio di sabato 13 luglio con la ceca Barbora Krejčíková, che ha battuto la kazaka Elena Rybakina col punteggio di 3-6, 6-3, 6-4.

LA DIRETTA DEL MATCH

  SET      
Jasmine Paolini 2 2 6 7 (10)
Donna Vekic 1 6 4 6

TERZO SET

Nonostante un pizzico di fortuna con il nastro che le regala il primo punto del tie-break, è Paolini a dover rincorrere complice Vekic che mette due prime di servizio e sfrutta un doppio fallo per prendere il mini-break. Quando la croata deve affidarsi alla seconda, però si ritrova una palla tagliata più un basso che riporta in parità la sfida. L'azzurra mette la prima e si prende un ace millimetrico che le consente di andare sul 5-4 complice anche un regalo dell'avversaria. I turni di servizio rimangono pressochè intatti finchè Paolini non si ritrova sulla racchetta un match point. Un'occasione che non si è fatta perdere e che la porta in finale. 

6-6 - Vekic crolla in una crisi di pianto e non trova più la prima, tuttavia riesce a riprendersi con un colpo che chiude uno scambio lungo che riporta nuovamente sul 40-40. La croata arriva addirittura ad avere anche la palla per portare il match al tie-break, ma finisce lungo il punto decisivo. Vekic non si arrende però e allunga ancora una volta gli scambi avendo un'altra occasione per portarsi a casa il punto del tie-break

6-5 - Si torna nuovamente con Vekic che, da fermo, trova i colpi giusti per mettere in crisi Paolini, ma che patisce terribilmente le corse che l'azzurra la costringe a fare. Getta in corridoio un dritto sulla prima di servizio della toscana e poi si ritrova la possibilità di andare sul 6-5. Però la lucchese ha troppo fretta nel chiudere lasciando che l'avversaria torni sul 40-40. Avrebbe un'altra chance per il 6-5, ma ancora una volta fa un doppio fallo prima di sbagliare sulla seconda di servizio. Vekic trova la volée per prendersi il break, ma trova ancora una volta un colpo lungo che riporta Paolini ai vantaggi prima di volare sul 6-5. 

5-5 - La prima di servizio è ancora una volta per Vekic l'unico modo per tenere la strada di Paolini che sente avvicinarsi la conclusione del match. La croata ha anche un po' di fortuna e riesce ad annullare il match point all'azzurra toccando il nastro e cambiando la direzione della pallina nel momento decisivo. 

5-4 - Per la prima volta dopo due ore di gioco Paolini passa in vantaggio e lo fa nel momento più importante tenendo il servizio a zero e arrivando a un game dalla finale. 

4-4 - Un problema all'adduttore sembra ora mettere in difficoltà Vekic che si trova piegata in due dopo aver battuto. La croata non trova la prima e questo consente un'altra volta a Paolini di rientrare e potersi giocare la possibilità di volare in finale.

3-4 - Quando il vento sembrava girare a favore dell'azzurra, riecco Vekic che torna a colpire con il proprio braccio portando Paolini a lanciare la pallina per due volte a rete e concedendo nuovamente il break. 

3-3 - Momento di grande tensione per Vekic che, dopo l'ace iniziale, fatica particolarmente in risposta venendo presa in controtempo da Paolini che, una volta fatto partire lo scambio, ritrova fiducia. Si arriva con due palle del contro-break con la prima uscita per pochi centimetri, mentre la seconda finisce dalla parte della rete della croata e riporta quindi il gioco in parità. 

2-3 - L'azzurra parte bene e va subito sul 30-0 con un ace, ma è costretta nuovamente a cedere alla potenza di Vekic che, oltre ad allungare lo scambio, non sbaglia lo smash e si riporta sul 30-30. Per tornare avanti Paolini deve tirar fuori dal cilindro un tiro all'incrocio dei pali che non basta per scappare perchè la croata risponde da dentro il campo e spinge l'italiana a inviare il colpo a rete. La toscana non si arrende però e si porta a casa il punto con un rovescio a rete che mette in crisi l'avversaria. 

1-3 - Vekic è una sentenza al servizio e lascia praticamente nulla a Paolini che è costretta a consegnare il game nelle mani della croata a zero. 

1-2 - La concentrazione ritorna a calare nella mente di Paolini che, quando non trova la prima, finisce per lasciare spazio a Vekic. La croata non sfrutta e per tre volte si fa rimontare trovandosi anche una palla break cancellata e trovandosi poi di conseguenza sorpassata. 

0-2 - Quando la prima della croata entra, per Paolini non c'è nulla da fare che può tenere botta soltanto nel caso in cui arrivi qualche calo di tensione della sfidante, altrimenti è costretta a concedere il punto che avvicina così Vekic alla finale.

0-1 - Prima un rovescio, poi un passante lungo linea concedono a Vekic di invertire il piano del gioco. Paolini risponde però con il servizio colpo su colpo, per lo meno sino a uno scambio molto lungo che vede la croata far correre a fondo campo l'azzurra che poi si inciampa venendo a rete. Arriva una nuova palla break, ma Vekic la spreca con un errore gratuito che riporta tutto in parità. La 28enne di Osijek si ritrova un altro colpo comodo che le permette di strappare subito il servizio. 

SECONDO SET

6-4 - Vekic va sotto pressione e questa volta è costretta a lasciare il break con una Paolini che finalmente sembra prendersi il gioco e riesce così a pareggiare il conto dei set. 

5-4 - Quando si va a rete, ancora una volta Paolini sa essere pungente, ma soprattutto riesce a compiere alcuni salvataggi che valgono il biglietto del match. Vekic avrebbe anche una golosa chance per chiuderla, ma sbaglia ancora una volta lo smash e finisce per offrire la chance all'azzurra di tenere il servizio e puntare alla vittoria del set. 

4-4 - Se la prima non entra, Vekic pensa a risolverla con la seconda finendo sul 30-0, concedendo però due facili errori che permettono a Paolini di rientrare, soprattutto con una smorzata leggermente troppo larga. La croata si riprende però con il servizio e rimette in equilibrio il set. 

4-3 - Paolini costruisce il punto alla perfezione sul 15-15 avvicinandosi alla rete per concludere con un tranquillo smash, ma la palla finisce fuori dal corridoio e consente a Vekic di passare in vantaggio. Non appena però la toscana la fa muovere, arriva l'errore della croata che mette lungo anche il colpo del 30-40. Vekic però non ci sta e porta la partita ai vantaggi continuando sulla strada dei dritti eccessivamente potenti che permettono a Paolini di tenere il servizio. 

3-3 - Vekic mette alle corde Paolini con le sue proverbiali battute che non permettono all'italiana nemmeno di provar a inserirsi nel gioco ed evitare di perdere il punto a zero. 

3-2 - Paolini gioca bene, ma Vekic riesce a leggere l'intenzione dell'azzurra impostando un passante chirurgico che le concede di andar sul 30-15. La croata sbaglia, ma la toscana continua a ostinarsi con scambi più lunghi portando poi l'avversaria ad avere il break. Per l'italiana fortunatamente Vekic commette qualche sbavatura, ma quando la chiama a rete Paolini avrebbe l'occasione di andare ai vantaggi sul 40-40 che spreca malamente. La 28enne di Osijek è ancora una volta imprecisa e permette alla tennista tricolore di tenere il servizio. 

2-2 - La toscana è coraggiosa e prova a scendere a rete quando può per contrastare l'avversaria che sbaglia sul 30-15 gettando alle ortiche un'ottima risposta. A Vekic non resta altro che alzare la potenza del colpo, soprattutto sulla seconda, tenendo quindi il servizio. Però l'azzurra non si lascia intimorire e, sfruttando tutta la propria velocità di movimento, riesce a portare l'adriatica ai vantaggi. La croata inizia a sentire la tensione commettendo un doppio fallo e concedendo la prima palla break per la lucchese prima di sistemare la situazione con due prime insidiose che le permettono di ribaltare la situazione. 

1-2 - Paolini concede ancora troppo a Vekic colpendo spesso ad altezza spalle e permettendo quindi di colpire a pieno braccio. La croata lascia qualcosa come su un dritto in contropiede che esce di un soffio e cancella la palla break, ma Vekic continua a tenere il pallino del gioco. La croata prova a colpire con la palla corta, ma l'azzurra non sbaglia e con un ace si porta a casa il punto. 

1-1 - La reazione di Paolini inizia a dare i propri frutti grazie a una volée "sporca" che le permette di incrociare il colpo dell'avversaria, segu0ita da un doppio fallo della croata. La 28enne di Osijek però recupera con l'italiana che concede anche un punto prendendosi un rischio inutile sul 30-30 dovendosi quindi arrendere alla sfidante. 

1-0 - Paolini riesce finalmente a trovare il feeling con la prima di servizio obbligando così l'avversaria a commettere una serie di errori frutto delle variazioni dell'azzurra che rimonta dopo esser stata sotto 15-30

PRIMO SET

2-6 - Vekic prosegue in totale fiducia aprendo con due ace prima di finalizzare ancora una volta con una demi-volée che lascia incerta Paolini e la costringe a cedere a zero il punto. 

2-5 - Paolini prova ad alzare la palla, ma anche stavolta non riesce a prendere le misure in risposta a Vekic che, continuando a forzare, costringe l'azzurra a puntare verso il fondo del campo concedendo però tre palle break. La lucchese ne annulla due, ma sulla corta l'italiana lascia cadere la palla in corridoio e finisce per concedere un altro break. 

2-4 - Momento di confusione per l'azzurra che si trova in balia di Vekic, autrice di due doppi falli che permettono all'italiana di rimanere a galla. Quando la croata riesce però a centrare il campo, fa sentire la propria forza e per questo consolida il break.

2-3 - Paolini continua a non trovare la prima, subendo così gli scatti dell'avversaria sulla seconda. Un gioco che non le impedisce di rispondere con una demi-volée su uno smash dell'avversaria che la prende in contropiede quando l'azzurra è ancora a rete. La croata alza quindi il ritmo e costringe la toscana a subire il break. 

2-2 - Vekic si conferma particolarmente ispirata al servizio tanto che, dopo un net e un fallo, costringe Paolini a correre a fondo campo colpendo in contropiede e prendendosi così il punto a zero. 

2-1 - La 28enne di Castelnuovo di Garfagnana prova ad angolare il più possibile i suoi colpi al servizio, tuttavia ciò la spinge in più casi a dover ricorrere alla seconda, un colpo che favorisce per certi versi Vekic che può costruire il punto con alcuni colpi molto potenti. Una palla eccessivamente corta e una risposta larga ridanno a Paolini la chance di passare in vantaggio. 

1-1 - Nonostante un buon inizio di Paolini, in questo caso Vekic tiene il servizio senza grossi problemi riuscendo a mettere a segno il primo ace della sua sfida e soprattutto costringe l'azzurra a scendere a rete commettendo un errore nello smash che le costa caro. 

1-0 - Parte bene Paolini che apre con un ace prima di costringere l'avversaria a una risposta molto lunga. Per finalizzare la toscana cerca in risposta sulla riga, obbligando l'avversaria a forzare con il dritto, molto potente e a volte insidioso per l'azzurra che si ritrova in tre casi a gettare la palla in rete. La velocità nell'aprire il campo non basta a Paolini per evitare una palla break per Vekic che non riesce a sfruttarla ed è costretta a cedere il punto. 

Le giocatrici sono scese in campo per il riscaldamento. Il sorteggio favorisce Paolini che inizierà con il turno di battuta

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti