Sport ora per ora

BOXE: ANTIDOPING GB LO SQUALIFICA PER 4 ANNI, MA ERA MORTO DA 4 MESI

  • A
  • A
  • A
Ora per ora placeholder

L'agenzia antidoping del Regno Unito (Ukad) lo squalifica per quattro anni per poi accorgersi che l'atleta era deceduto da circa quattro mesi per arresto cardiaco. Moises Calleros era risultato positivo alla cocaina e al suo metabolita benzoilecgonina dopo la sconfitta per interruzione contro il campione olimpico Galal Yafai nell'aprile 2023. L'Ukad ha rilasciato una dichiarazione in cui annunciava la sospensione di Calleros, ma ha rapidamente rimosso il post dopo aver appreso che il pugile era morto. "Ukad ha ricevuto queste informazioni poco dopo aver pubblicato i dettagli dell'esito di un caso di dping", ha affermato l'organismo antidoping, "e sfortunatamente, Ukad non aveva informazioni sulla triste scomparsa di Calleros al momento della pubblicazione e ora ha rimosso tutti i dettagli di questo caso dai suoi canali". Calleros, scomparso all'eta' di 34 anni il 1 marzo scorso, aveva ottenuto da professionista 37 vittorie, 11 sconfitte e un pareggio debuttando nel 2008 nei pesi mosca. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti