Sci, slalom Schladming: palle di neve contro Kristoffersen. Shiffrin: "Fatevi una vita"

L'indignazione dello sci per quanto accaduto durante lo slalom di Schladming

  • A
  • A
  • A

Polemiche e bufera. Per una volta lo sci si mette i panni del calcio, e non poteva non accadere a Schladming, dove ad assistere allo slalom vinto da Hirscher c'erano 50mila austriaci roventi. Un tifo da stadio, appunto, che è degenerato: mentre Kristoffersen scendeva, infatti, sono state lanciate 3 palle di neve nei confronti del rivale numero 1 in slalom di Hirscher. Non lo hanno colpito, ma il norvegese se n'è accorto e una volta giunto al traguardo ha letteralmente dato in escandescenza. Ha denunciato il fatto, si è infuriato con i tifosi. Poi è sceso Hirscher, che ha stravinto, e Kristoffersen si è calmato: ha fatto i complimenti al numero uno dicendogli "hai sciato meglio, avresti vinto comunque". Il lancio di palle di neve ha evidentemente deconcentrato il norvegese.

E a stigmatizzare l'episodio ci ha pensato una che solitamente in slalom è imbattibile: Mikaela Shiffrin, la campionessa americana, ha immediatamente condannato l'episodio di Schladimng con due tweet di puro cuore. "Non mi importa chi siate, o per chi fate il tifo, o di che nazionalità siete, o per quale ragione lo avete fatto. Lanciare palle di neve o qualsiasi altro tipo di oggetto verso uno sciatore mentre sta scendendo non è solo disgustoso, ma anche pericoloso. Fatevi una vita". E ha aggiunto: "Dovreste sapere che Hirscher è adulto e sa prendersi cura di se stesso senza che ci sia qualcuno che lancia palle di neve al suo avversario".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments