SLALOM FEMMINILE

Sci, Coppa del Mondo: incredibile a Killington, vincono Holdener e Larsson. Shiffrin solo quinta

La Svizzera e la svedese chiudono davanti a tutte nella tappa canadese, l’americana sbaglia ed è giù dal podio.

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

Nello slalom femminile di Coppa del Mondo a Killington, in Canada, succede di tutto nella seconda manche. Trionfano per la prima volta in carriera e con lo stesso tempo Wendy Holdener e Swenn Larsson che chiudono sul gradino più alto del podio a 1’42”97, dietro di loro si posiziona l’austriaca Truppe a 22 centesimi. Mikaela Shiffrin è quinta. Per l’Italia arriva il diciottesimo posto di Rossetti e il 23esimo per la Brignone

Il weekend nordamericano di Coppa del Mondo si chiude con l’incredibile vittoria a pari merito della svizzera Wendy Holdener e della svedese Swenn Larsson sulla pista “Superstar”. Una giornata incredibile che vede giù dal gradino podio la campionessa americana Mikaela Shiffrin, che puntava alle sei vittorie consecutive tra i pali stretti di Killington.

Dopo la prima manche, infatti, è proprio la Shiffrin a chiudere davanti a tutti con il miglior tempo (50”35), dietro di lei a soli 21 centesimi di distacco l’elvetica Wendy Holdener e a 22 sull’austriaca Katharina Liensbeeger. Petra Vlhova quarta dopo metà gara. Nella seconda, invece, arriva l’incredibile risultato condizionato anche da una pista rovinata che ha creato qualche problema ad alcune atlete, fra cui Shiffrin.  

Swenn Larsson commette qualche errore di troppo ma riesce a mantenere la vetta con 22 centesimi di vantaggio proprio sull’austriaca Truppe, che chiuderà terza. Il podio viene completato da Wendy Holdener che al traguardo chiude proprio con lo stesso tempo della svedese (1’42”97). Fuori dai giochi invece Liensbeeger che inforca. Male la Shiffrin che spreca il vantaggio e scia contratta chiudendo con il tempo di 1’43”56 e si ferma al quinto posto. Le uniche due azzurre qualificate per la seconda manche sono state Rossetti e Brignone. La 23enne bresciana migliora il ventiseiesimo posto della qualificazione e chiude al diciottesimo posto. Federica Brignone invece si ferma al 24esimo. Niente da fare per le altre italiane: Della Mea non entra nelle prime 30 per soli 0"11, mentre Anita Gulli inforca a metà percorso ed esce.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti