DISCESA WENGEN

Sci, Coppa del Mondo: a Wengen trionfa Kilde, Paris lontano dal podio

Il norvegese si aggiudica la discesa sulla pista svizzera davanti a Odermatt e Feuz, il meranese chiude nono (+1.00). Innerhofer fuori dalla top 10

  • A
  • A
  • A

Aleksander Aamodt Kilde vince la discesa libera maschile di Wengen (Svizzera). Sulla mitica Lauberhorn il norvegese ferma il cronometro a 1:42.42; alle sue spalle ci sono Marco Odermatt e Beat Feuz. Lontano dal podio Dominik Paris, che sbaglia troppo nella parte basse e chiude distante un secondo preciso dal vincitore, perdendo la vetta della classifica di Coppa del Mondo di discesa. Christof Innerhofer crolla nel finale: è fuori dalla top 10.

Aleksander Aamodt Kilde firma la vittoria n° 11 in Coppa del Mondo; la quinta in discesa. Così come sono cinque le perle nella sola stagione 2021/22, con la bellezza di due pettorali rosso da esibire. Già: perché oltre alla leadership in super-g, oggi si prende pure il primato della disciplina regina, togliendolo a Dominik Paris, dopo il successo a Wengen (Svizzera). Marco Odermatt, all’esordio assoluto nella discesa simbolo per la Svizzera, chiude a soli 19 centesimi dal rivale che aveva piegato nella prima gara del trittico di velocità sul Lauberhorn. Battuto di un decimo il Re di questa pista negli ultimi anni, quel Beat Feuz terzo he rinvia ancora l’appuntamento con la prima vittoria stagionale e con il poker di Klammer a Wengen che rimane, almeno fino a sabato, unico nella storia.

Dominik Paris resta in gara fino ai curvoni centrali. Poi, da metà tracciato in giù sbaglia troppo e anche sulla Ziel-S è stato tutt’altro che preciso. Peccato, perché aveva superato lo scoglio della Kernen-S; ma la parte bassa gli è fatale e lo fa chiudere in nona posizione a un secondo tondo tondo da Kilde. Un piazzamento che gli costa che costa, appunto, un primato nella graduatoria di discesa, comunque ancora vicinissimo (Paris ora è terzo, ma a soli 12 punti da Kilde). Fino alla Kernen-S era stato perfetto anche Christof Innerhofer, addirittura miglior crono assoluto, per poi commettere un paio di errori gravi e crollare fino alla 13esima piazza, a +1.31 da Kilde. Matteo Marsaglia è fuori dalla top 15.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti