MotoGP Olanda, Petrucci il più veloce nelle Libere 1

Dominano i team privati con Zarco e Crutchlow, ma i big sono tutti vicinissimi

di DANIELE PEZZINI

Petrucci, IPP

Danilo Petrucci è il pilota più veloce al termine della prima sessione di prove libere del GP d'Olanda, ottava prova del motomondiale. L'italiano della Ducati Pramac si mette alle spalle altre due moto private: la Yamaha Tech 3 di Zarco e la Honda LCR di Crutchlow. Quarto e quinto tempo per Dovizioso e Rossi, mentre restano momentaneamente fuori dalla top 10 Vinales e Marquez (12° e 13°) che accusano poco più di mezzo secondo dalla testa.

L'avvio di weekend ad Assen sorride dunque ai team satellite, che mettono tre moto davanti a tutti. Petrucci, reduce dalla caduta del Montmelò, chiude in 1'34''680, un tempo ancora distante da quelli che verranno fatti registrare in qualifica, ma sufficiente a piazzarlo al comando, davanti al solito Johann Zarco (+ 0''126) e a Cal Crutchlow (+ 0''142), fresco di rinnnovo con il team di Lucio Cecchinello.

Alle loro spalle, praticamente incollati, Andrea Dovizioso con la prima delle Ducati ufficiali (+ 0''149) e Valentino Rossi, con la prima M1 factory (+ 0''161). Il Dottore, nel corso del turno, ha anche utilizzato il nuovo telaio testato dopo il disastroso GP di Catalogna. 

Sesto tempo per la Suzuki di Andrea Iannone (+ 0''234), che tiene dietro la Honda di Pedrosa e l'altra Tech 3 di Folger. Completano la top 10 due Ducati: quella ufficiale di Jorge Lorenzo (apparso parecchio in difficoltà nel tenere a bada la sua Desmosedici, specialmente all'inizio della sessione) e quella del team Aspar di Karel Abraham.

Fuori dai 10, un po' a sorpresa, Maverick Vinales e Marc Marquez, che comunque accusano un ritardo tutt'altro che incolmabile (circa sei decimi) da Petrucci. Marc, in particolare, si è concentrato come di consueto sul lavoro in vista della gara, stampando il suo miglior crono con le gomme medie, mentre tutti gli altri giravano con le soft.

La sessione era stata condizionata in avvio da un paio di incidenti: prima una brutta caduta per Jonas Folger, uscito dolorante e portato al centro medico per accertamenti, poi la rottura del motore della Desmosedici di Dovizioso, che perde olio in pista (causando anche la scivolata del compagno di team Lorenzo) e costringe la direzione gara a sventolare le bandiere rosse e interrompere tutto per circa mezzora.

TAGS:
MotoGP
Assen
Olanda
Libere

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X