MotoGP, Marquez vince in Germania

Lo spagnolo della Honda vince davanti a Rossi e Vinales

  • A
  • A
  • A

Ancora Marc Marquez, sempre lui. Per la sesta volta di fila, lo spagnolo della Honda ha vinto il GP di Germania. Al Sachsenring il leader del Mondiale, scattato dalla pole, ha amministrato le gomme nella prima parte di gara facendo sfogare Lorenzo (6°), poi ha scelto di salutare gli avversari andando a prendersi la bandiera a scacchi in solitaria. Ottima seconda posizione per Rossi (Yamaha) davanti al compagno Vinales. Dovizioso 7°.

Marquez ha fatto sei. Non ha vinto il superenalotto, ma ha scritto per la sesta volta consecutiva il suo nome nell'albo d'oro nel GP di Germania, classe MotoGP. Nel Motomondiale, invece, sono 9 le affermazioni in carriera al Ring. Lo spagnolo l'ha fatto con grande intelligenza tattica. Sapendo di essere il più veloce in pista, il numero 93 è stato tranquillo in avvio non prendendosi rischi eccessivi e non stressando eccessivamente gli pneumatici. Poi a metà gara ecco la svolta con i sorpassi decisivi a Petrucci e Lorenzo. Una vera e propria fuga solitaria verso la bandiera a scacchi. Una fuga anche nei numeri visto che ha incrementato di altri cinque punti il vantaggio in classifica su Valentino Rossi portandolo a 46 punti. Per ironia della sorte.

Il pesarese della Yamaha è stato l'ultimo ad arrendersi. Vale ha provato fino all'ultimo in una disperata rimonta, ma poi ha preferito amministrare e accontentarsi di un ottimo secondo posto. Al suo fianco anche il compagno Vinales che è cresciuto nel finale strappando la gioia del podio a Petrucci a due giri dal termine.

Delusione per le Ducati che sono crollate alla distanza. Lorenzo è partito a razzo, come al solito, ma giro dopo giro ha perso grip e posizioni chiudendo mestamente in sesta posizione. Peggio ha fatto Dovizioso che si è piazzato dietro di lui, ma dopo una gara più che anonima. Si salva solo Petrucci che è sempre stato lì davanti a lottare, ma all'ultimo è stato tradito dal suo posteriore. Un quarto posto amaro, ma da cui si può ripartire con fiducia. È stato comunque il miglior ducatista in pista. Ora tutti in vacanza, cercando di trovare la soluzione per arginare Marc Marquez.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments