TEST MOTOGP

MotoGP, test Sepang: Quartararo continua a dominare, sorridono Rossi e Petrucci, indietro Marquez

Il francese del Team Petronas si conferma il più veloce in Malesia, ma il Dottore è in crescita e chiude 5° davanti alla Ducati

  • A
  • A
  • A

A Sepang anche nel terzo giorno di test Fabio Quartararo si conferma dominatore assoluto. Il francese piazza di nuovo la Yamaha del Team Petronas davanti a tutti, con il tempo di 1:58.349. Molto buona la giornata di Valentino Rossi, 5° a +0.192 su una Yamaha piena di novità e in grande crescita. Bene anche Danilo Petrucci, 6° a bordo della Ducati ufficiale. Più indietro il campione della MotoGP Marc Marquez, 12° e ancora dolorante alla spalla.

Vero è che si tratta solo di test prestagionali, in cui non è la velocità di punta l'unico parametro da dover tenere sott'occhio. Altrettanto vero è che negli ultimi otto anni solo una volta il più veloce a Sepang ha poi vinto il campionato (ci riuscì Marc Marquez nel 2014, fallirono invece Stoner nel 2012, Pedrosa nel 2013, lo stesso Marquez nel 2015, Lorenzo nel 2016 e nel 2018, Viñales nel 2017 e Petrucci nel 2019). Va però detto che le impressioni sollevate da Fabio Quartararo in questi tre giorni in Malesia autorizzano il Team Petronas a sperare in una stagione ancora più sfavillante di quella passata, che conobbe l'esplosione del francese. Per il terzo giorno su tre è infatti proprio lui a piazzarsi davanti a tutti, mentre ancora una volta la pioggia impedisce alla sessione di disputarsi integralmente senza pause forzate. Ma la presenza di ben 15 piloti in meno di sette decimi testimonia un grande equilibrio in pista, almeno in questa fase in cui i team stanno ancora cercando le giuste messe a punto.

Da segnalare ci sono quindi un ottimo Cal Crutchlow, secondo a 82 millesimi sulla Honda Lcr, la Suzuki di Alex Rins terza a un decimo, ma anche la crescita delle Ducati: se Andrea Dovizioso è ancora costretto ad accontentarsi del 14° tempo, sono ben tre le moto di Borgo Panigale a entrare nella top ten. Incanta Pecco Bagnaia, 4° e ispiratissimo proprio dove era mancato l'anno scorso (nel giro secco), Jack Miller porta l'altra Pramac in ottava posizione, ma c'è da salutare il ritorno ad alti livelli di Danilo Petrucci: il suo 6° posto a +0.257 da Quartararo è un ottimo segnale dopo i dubbi e le difficoltà di questi giorni.

Chi sembra invece tirato decisamente a lucido è Valentino Rossi, splendido 5° su una Yamaha piena di novità e staccata di soli 192 millesimi dal battistrada. Sulla sua moto si studiano soprattutto nuove soluzioni legate all'aerodinamica, che sembrano piacere al Dottore (di oltre sei decimi più veloce rispetto al compagno Viñales). Da sottolineare anche il ritorno in pista di Jorge Lorenzo nelle vesti di Test Rider Yamaha: tempi alti per lui, ma c'è ancora tempo per capire quale sia il reale stato di forma psicofisico del maiorchino. Chi continua a faticare è invece Marc Marquez: per lui un'altra giornata opaca, con il 12° tempo e la spalla destra che continua a far male. Ma soprattutto c'è preoccupazione per una Honda che quest'anno al catalano sembra proprio non piacere. Nell'attesa di iniziare a fare sul serio...

MOTOGP, I TEMPI DELLA TERZA GIORNATA DI TEST:

1. Fabio Quartararo (Petronas Yamaha) 1:58.349

2. Cal Crutchlow (LCR Honda) +0.082

3. Alex Rins (Suzuki Ecstar) +0.101

4. Francesco Bagnaia (Pramac Ducati) +0.153

5. Valentino Rossi (Monster Yamaha) +0.192

6. Danilo Petrucci (Ducati Team) +0.257

7. Pol Espargaro (Red Bull KTM) +0.261

8. Jack Miller (Pramac Ducati) +0.267

9. Aleix Espargaro (Aprilia Gresini) +0.345

10. Joan Mir (Suzuki Ecstar) +0.387

11. Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech3) +0.415

12. Marc Marquez (Repsol Honda) +0.423

13. Franco Morbidelli (Petronas Yamaha) +0.489

14. Andrea Dovizioso (Ducati Team) +0.510

15. Johann Zarco (Ducati Reale Avintia) +0.602

16. Alex Marquez (Repsol Honda) +0.693

17. Brad Binder (Red Bull KTM) +0.755

18. Maverick Viñales (Monster Yamaha) +0.820

19. Tito Rabat (Ducati Reale Avintia) +1.200

20. Jorge Lorenzo (Yamaha Test Rider) +1.348

21. Bradley Smith (Aprilia Test Rider) +1.492

22. Takaaki Nakagami (LCR Honda) +1.511

23. Iker Lecuona (Red Bull KTM Tech3) +1.549

24. Sylvain Guintoli (Suzuki Test Rider) +1.751

25. Mika Kallio (KTM Test Rider) +1.799

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments