MOTOGP

MotoGP, Rossi verso l'accordo con Ducati per il nuovo team

Borgo Panigale metterà a disposizione la Desmosedici per il team VR46 nel 2022, da sciogliere gli ultimi dubbi riguardo ai piloti

  • A
  • A
  • A

Valentino Rossi e la Ducati di nuovo insieme, anche se in una veste completamente diversa da quella di un tempo. È infatti vicino l'accordo tra il pilota di Tavullia e la casa di Borgo Panigale, che fornirà le sue moto al team VR46, in griglia in MotoGP a partire dal 2022. Resta da definire la questione piloti: i favoriti al momento sembrano essere Luca Marini e Marco Bezzecchi.

Getty Images

Valentino, durante il weekend di Le Mans, aveva fatto sapere di essere in contatto continuo sia con Ducati sia con Yamaha ("sono al 50%, entrambe le scelte hanno pro e contro", aveva detto), ma ora l'ago della bilancia sembra pendere nettamente verso la casa italiana, con la quale Rossi ha corso nel biennio 2011-2012.

Il team VR46 nascerà in partnership con la Tanal Entertainment Sport&Media, una holding della famiglia reale dell'Arabia Saudita, e sarà sponsorizzata da Aramco, la compagnia petrolifera di stato. La squadra di Valentino prenderà il posto del team Avintia, dove attualmente corrono Marini e Bastianini. Le basi finanziarie erano già state delineate da tempo e negli ultimi giorni si stanno sciogliendo anche i nodi tecnici. Gli ultimi rimarranno quelli legati ai piloti: il fratello di Rossi, come detto, sembra destinato alla conferma, mentre il campione del mondo in carica della Moto2 potrebbe lasciare la sella a Marco Bezzecchi, prodotto dell'Academy e attualmente terzo in classifica nella classe intermedia con la Kalex dello Sky Racing Team VR46.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments