VERSO ARAGON

MotoGP, Quartararo alla vigilia di Aragon: "In Francia abbiamo capito dove migliorare"

Il capoclassifica indica la via per mantenere la testa della classifica. Mir lancia la sfida: "Su questa pista faremo bene"

  • A
  • A
  • A

Imparare dagli errori per migliorare: questo il pensiero di Fabio Quartararo, leader della MotoGP, nella conferenza stampa alla vigilia del GP di Aragòn, decimo appuntamento per la top class. "Le Mans ci ha aiutato a capire i nostri punti deboli: ora sappiamo su cosa lavorare", ha detto il pilota della Yamaha. Il padrone di casa Joan Mir, secondo a -10 dal francese, ha però le idee chiare: "Su questa pista possiamo fare bene".

Vedi anche Cinque Gran Premi per una corona: quattro candidati al titolo, un nugolo di "arbitri" della sfida Motogp Cinque Gran Premi per una corona: quattro candidati al titolo, un nugolo di "arbitri" della sfida

Uno sguardo al passato per migliorare in futuro. Nella conferenza stampa di presentazione del Gp d'Aragona, decimo appuntamento del Motomondiale 2020, il leader della classifica piloti Fabio Quartararo ha analizzato il weekend di Le Mans, nel quale è riuscito a mantenere la vetta nonostante il nono posto. "In Francia eravamo veloci, sia nelle libere che in qualifica", ha dichiarato il francese della Yamaha, "poi è arrivata la pioggia e abbiamo deciso di provare un assetto completamente diverso. Abbiamo scommesso e non è andata bene. Avrei preferito l'asciutto, perché eravamo più competitivi, ma sono ugualmente soddisfatto di quanto fatto in Francia. Ora sono fiducioso, vedo un grande potenziale nella nostra moto. Qui ad Aragòn voglio ottenere il miglior risultato possibile".

Un weekend, quello di Le Mans, complicato anche per Joan Mir, secondo in classifica piloti a -10 da Quartararo e undicesimo in Francia: "Non ho trovato un buon feeling con la moto e non sono stato abbastanza competitivo, ma non è stato neanche tutto negativo. Durante i primi giri facevo fatica, poi ho cominciato a prendere un buon ritmo e alla fine è stato divertente lottare con Quartararo negli ultimi giri. Per certi versi, è stato un weekend da dimenticare. Su questa pista invece penso che potremo fare bene, ma in un'annata come questa nulla è scontato".

Chi è invece uscito più che soddisfatto dal Gp di Francia è stato Danilo Petrucci, al primo successo stagionale: "Vincere a Le Mans è stato un sollievo per me", ha detto il ducatista, "tornare alla vittoria in una pista che mi piace è stata una grande soddisfazione. La pista di Aragòn? Abbiamo trovato un buon bilanciamento nello scorso weekend, penso possa funzionare anche qui. Dobbiamo capire quali saranno le condizioni della pista in modo da scegliere la mescola migliore”.

La grande sorpresa di Le Mans, comunque, è stata Alex Marquez, che ha riportato la famiglia sul podio. A oggi, però, è difficile sapere quando rivedremo Marc in pista. "E' a casa, sta migliorando giorno dopo giorno, non posso dire se e quando tornerà"., ha spiegato il fratello del pluricampione del mondo parlando delle probabilità di rivederlo in pista in questa stagione. La brutta caduta nella prima gara e soprattutto la scelta di tornare in pista ancora a Jerez subito dopo l'operazione hanno compromesso la stagione del pilota della Honda, che ora intende a quanto pare rimettersi del tutto in sesto prima di rimettersi in sella.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments