MotoGP, pole di Marquez ad Assen

Lo spagnolo precede di pochi millesimi Crutchlow, Rossi e Dovizioso

di
  • A
  • A
  • A

Come previsto, Marc Marquez non si è lasciato scappare la 47.a pole della MotoGP e ad Assen si è messo tutti alle spalle con un gran giro. Lo spagnolo della Honda ha chiuso con il tempo di 1'32"791, precedendo di un soffio il compagno di marca Crutchlow, Rossi (Yamaha) e Dovizioso (Ducati), tutti racchiusi in 79 millesimi. In seconda fila anche Rins e Vinales. Serttima l'Aprilia di Aleix Espargaro, Iannone nono davanti a Lorenzo.

Per Marquez si tratta della prima pole sul tracciato olandese (su 75 in carriera) e arriva dopo un periodo delicato. Di sicuro il suo modo di guidare non cambierà in gara e non sarà facile tenergli testa. Altrettanto sicuro, però, è che il campione in carica dovrà vedersela soprattutto con Valentino Rossi, uno che con Assen ha un feeling straordinario. E lo ha confermato anche in qualifica. Dopo una caduta nelle libere 4 che lo ha lasciato con la mano destra dolorante, il pesarese ha rimesso le ali ed è prontoi per dare battaglia. Come lui, anhce Andrea Dovizioso, che ha bisogno come il pane di un bel risultato, magari proprio di un podio. La Ducati qui è meno competitiva di Honda e Yamaha, ma sembra aver trovato la strada giusta per uscire dai guai, perché anche Jorge Lorenzo, seppur solo decimo davanti a Danilo Petrucci, è andato forte e ha un buon ritmo. Da tenere d'occhio pure Maverick Vinales, che non ha trovato il guizzo giusto, ma sarà della partita per il podio. Speranza che forse non hanno le Suzuki di Rins e Iannone, la Yamaha di Zarco e l'Aprilia di Aleix Espargaro, ma perlomeno non partono già battute.

Tra i delusi si conferma, putroppo, Pedrosa, incapace di superare il Q1, da dove sono emersi Zarco e Rins, e costretto a partira dal 18° posto in griglia. La speranza è che l'ormai imminente annuncio del suo passaggio alla Yamaha possa restituirci il vero Dani. Come previsto, niente qualifiche per Franco Morbidelli, fratturatosi una mano nella pesantre caduta delle libere 3.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments