MotoGP Misano, Marquez: "Il battibecco con Rossi mi ha caricato"

Lo spagnolo ammette che l'episodio delle qualifiche lo ha caricato: "Per me rispondere in pista è la cosa migliore"

  • A
  • A
  • A

Marc Marquez esplode dopo il trionfo di Misano e non risparmia un'altra stoccata a Valentino Rossi, dopo il battibecco delle qualifiche:  "Ho esultato tanto per due motivi - ha spiegato lo spagnolo - Perché mi era bruciato un po' perdere due gare all'ultima curva (Austria e Gran Bretagna, ndr) e per quello che era sucesso ieri in qualifica con Valentino. Quell'episodio mi ha dato la scossa, mi ha caricato molto, perché per me il miglior modo di rispondere è sempre in pista".

Il leader del Mondiale ha avuto invece parole al miele per Fabio Quartararo, che gli ha dato un bel filo da torcere in gara: "Fabio è stato il vincitore morale di questa gara, avendo girato sempre in testa. È stato strepitoso. Io avevo tenuto un po' di gomma e quindi è stato più facile sorpassarlo nel finale. Ho aspettato la fine perché sapevo che non ne avrei avuto per scappare, la Yamaha andava veramente forte, specialmente nelle curve più veloci. Lui il mio rivale del futuro? Penso di sì, ha dimostrato di poter vincere gare e di poter lottare per il titolo".

Il rookie francese, dal canto suo, si gode il quarto podio di una stagione da sogno: "Abbiamo fatto una bella gara. Marc aveva parecchio più motore di noi, quindi penso che abbiamo ottenuto il massimo. Ho fatto due secondi posti, la prossima volta punto a vincere. Se mi aspettavo il sorpasso? Con il suo motore dalla curva 6 alla curva 8 andava velocissimo e mi ha infilato come un aereo...è stato bravissimo a chiudere alla Quercia, poi io ci ho riprovato alla 14, ma era praticamente impossibile. Io l'unico in grado di metterlo in difficoltà? In questa gara è stato così, ma sappiamo che ci sono altri capaci di farlo. Se mi sento un predestinato? Devo pensare che sono nel mio anno da rookie. Però posso essere molto contento di aver fatto 27 giri davanti a un quasi 8 volte campione del mondo".

Soddisfatto anche Maverick Vinales, sebbene le aspettative della vigilia fossero un po' più alte: "Sono contento - ha detto lo spagnolo della Yamaha - Sono partito bene senza perdere posizioni, ma c'è ancora tanto da lavorare sulla moto. L'anteriore mi si chiudeva molto, soprattutto alla 10 e alla 14, poi mi sono ripreso ma non ho potuto tirare fuori tutto per la fine. In generale comunque stiamo migliorando, riusciamo ad essere più costanti sul ritmo gara e sui risultati. Dobbiamo continuare così. Fabio? Secondo me era messo meglio di noi, aveva davvero tanta trazione mentre noi scivolavamo di più. Da questo punto di vista dobbiamo imparare da lui".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments