GP D'ARAGON

MotoGP, Marquez: “Vincere ancora, non mi accontento”. Dovizioso: “Obiettivo podio”

Il ducatista aggiunge: “Dobbiamo migliorare per essere più competitivi”. Più sicuro il Cabroncito: “Voglio giocarmi la vittoria sempre”

  • A
  • A
  • A

Parlano i piloti nella conferenza stampa che apre il weekend di Aragona, 14esimo appuntamento della MotoGP. Marc Marquez, sempre più leader della classifica: “Niente calcoli, spingerò al massimo”. Andrea Dovizioso, il più diretto inseguitore, vola più basso: “Aragón non è la nostra pista ideale, ma vogliamo il podio. Certo è che Marquez riesce a lottare sempre per vincere, noi dobbiamo migliorare per essere più competitivi”.

È il numero 93, e ha 93 punti di vantaggio sul secondo in classifica. Il volto e le parole di Marc Marquez descrivono la tranquillità di chi ha il titolo in tasca e la voglia di non lasciare nemmeno le briciole alla concorrenza: “Niente sconti, non voglio accontentarmi e spingerò al massimo. Il mio obiettivo è quello di essere primo o comunque sul podio fino a Valencia. A Misano è stato un weekend non facile, ma alla fine abbiamo aumentato il gap con Dovizioso. La pista del MotorLand mi piace moltissimo, ma tutti andranno molto forte, e io voglio divertirmi in ogni pista”. Le uniche preoccupazioni del Cabroncito, sempre più vicino al Mondiale a sei gare dal termine, riguardano il feeling con la gomma anteriore: “Soffriamo ancora troppo ed è uno dei problemi principali della nostra moto. Comunque il team sta facendo un gran lavoro, siamo nella direzione giusta”.

Il più diretto rivale del campione in carica è Andrea Dovizioso, che ormai ha alzato bandiera bianca in ottica Mondiale: “La classifica è chiusa da tempo, stiamo pensando a migliorare la moto in vista del 2020. Certo è che Marquez riesce a lottare sempre per vincere, noi dobbiamo migliorare per essere più competitivi. Marc è l'unico che può vincere ovunque, dunque se vogliamo lottare per il titolo nel prossimo campionato dobbiamo avere una moto che si adatti bene su ogni circuito come la Honda”. Il ducatista si concentra poi su Aragón: “Credo non sia il tracciato ideale per noi, ma era così anche nel 2018 e invece lottammo fino all'ultimo con Marquez. Saremo più competitivi rispetto a Misano, ma vogliamo puntare al podio. Non sarà facile, gli avversari sono agguerriti e anche la Yamaha nelle ultime gare è migliorata molto”. A proposito, parlano anche Maverick Viñales e Fabio Quartararo. Lo spagnolo spiega di avere ottime sensazioni per domenica: “Aragón mi piace tantissimo, cercherò di spingere al massimo e confermare quanto di buono abbiamo fatto a Misano”. Il francese è sempre più a suo agio in MotoGP: “L'obiettivo a inizio anno era quello di essere il miglior esordiente. Abbiamo lavorato tanto e siamo migliorati passo dopo passo. Non mi aspettavo di fare tre pole e quattro podi, e a Misano ho corso la gara migliore della mia carriera, ma dobbiamo stare con i piedi per terra, perché ogni tracciato è nuovo per noi”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments