MOTOGP DOHA

MotoGP Doha: Quartararo beffa Zarco e la Ducati a Losail, male Rossi

Il francese trionfa davanti alle due Pramac di Zarco e Martìn

di
  • A
  • A
  • A

Fabio Quartararo vince il GP di Doha, seconda tappa del mondiale di MotoGP, sul circuito di Losail. Il pilota francese, che bissa il successo della Yamaha della scorsa settimana, trionfa davanti alle due Ducati del team Pramac di Johann Zarco e Jorge Martìn. Sesto posto per Pecco Bagnaia dietro a Vinales, male le altre due Yamaha del team Petronas di Morbidelli e Rossi, rispettivamente 12° e 16° al traguardo.

Getty Images

Losail è della Yamaha, per la seconda settimana di fila. Dopo il successo nel debutto stagionale di Vinales, il team giapponese bissa nel GP di Doha con il trionfo di Fabio Quartararo, abile ad attendere il momento giusto per attaccare le Ducati del team Pramac e portare la sua M1 a conquistare il gradino più alto del podio. Primo successo da pilota ufficiale Yamaha per il francese, che dopo il quinto posto ottenuto nel GP del Qatar continua al meglio l'avvio di stagione.

Sorride il team Pramac con una doppietta sul podio. Secondo posto per l'altro francese Johann Zarco, ora leader della generale con 40 punti, terzo per il rookie Jorge Martìn bravo a reggere per 18 giri in testa alla gara per poi cedere lo scettro al "Diablo". Lo spagnolo, alla seconda uscita in top class, ha comunque mostrato ottimi spunti per il suo team che sogna in grande con Zarco e guarda dall'alto la Ducati factory.

Per la Rossa ufficiale di Borgo Panigale è sesto posto con Bagnaia dietro Rins e Vinales, poi più giù il nono posto di Miller che nel corso della gara è stato protagonista di una lotta a spallate col campione del mondo iridato Mir (settimo davanti a Binder). A punti anche l'Aprilia di Aleix Espargarò, Enea Bastianini, Morbidelli, Pol Espargarò, Bradl e Oliveira.

Ennesima domenica da dimenticare per Valentino Rossi, partito dalla ventunesima casella in griglia e 16° sul traguardo. Una gara anonima per il "Dottore", costante nel passo ma mai pungente per la rimonta.

GP DOHA, L'ORDINE DI ARRIVO

IL CALENDARIO E LA CLASSIFICA PILOTI

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments