MOTOGP CATALOGNA

MotoGP Catalogna: Zarco vola con Ducati, ma Morbidelli suona la carica

Il pilota del team Pramac percede Morbidelli di soli 21 millesimi, altra sessione difficile per Rossi (19°)

di
  • A
  • A
  • A

È della Ducati del team Pramac di Johann Zarco il miglior tempo della seconda sessione di prove libere del GP di Catalogna. Il pilota francese, che ha girato in 1'39''235, chiude davanti alla Yamaha del team Petronas di Franco Morbidelli e alla M1 ufficiale del leader della classifica piloti Quartararo. Quinto tempo per Bagnaia, altra sessione di fatica invece per Valentino Rossi che chiude 19° in combinata.

Sale la temperatura sul circuito del Montmelò e i piloti cominciano a fare sul serio. Dopo una prima sessione del mattino dominata dai fratelli Espargarò, con Aleix in Aprilia che aveva conquistato il miglior tempo, nel pomeriggio a far la voce grossa è la Ducati del team Pramac guidata da Johann Zarco, in autentico stato di grazia. Il pilota francese, velocissimo in sella alla sua Desmo, stacca di soli 21 millesimi la Yamaha Petronas di Morbidelli e di oltre un decimo quella ufficiale di Quartararo diventando di fatto il pilota da battere.

Una sessione ricca di spunti ed emozioni, con ben 16 piloti racchiusi sotto il secondo di scarto e con una FP3 che, previsioni meteo alla mano che porterebbero pioggia domani, potrebbe mantenere invariata la classifica combinata dei tempi. Quarto tempo, e distacco vicino a mezzo secondo, per Binder, mentre Francesco Bagnaia chiude quinto davanti alla Yamaha di Vinales e all'altra Ducati del compagno di box Jack Miller. Ottima prestazione anche per Enea Bastianini, che chiude ottavo davanti ai fratelli Espargarò (9° Aleix in Aprilia, 10° Pol in Honda) sognando un posto in Q2.

Attualmente costretti a passare dal Q1 diversi big che hanno faticato in Libere 2. Da Marc Marquez quindicesimo a Joan Mir sedicesimo, tra gli scontenti del pomeriggio catalano c'è anche Valentino Rossi che continua le peripezie in sella alla sua M1. Il "Dottore", che ha preso confidenza col nuovo layout della curva 10, non è riuscito a venire a capo dei problemi avuti in mattinata scivolando indietro nella sessione fino a ottenere il terzultimo tempo della combinata davanti ai soli Savadori e Martìn.

Per Rossi oltre un secondo e mezzo di distacco da Zarco (1''601), ben otto decimi dall'ultimo posto disponibile per il Q2 occupato da Pol Espargarò. Se le previsioni meteo dovessero essere rispettare, con la pioggia che minaccia il circuito catalano, tutto si complicherà ancora di più per il "Dottore".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments