Moto2, Oliveira trionfa a Brno

 Marini lotta ma è 2°, Bagnaia 3° scivola a - 2 in classifica dal portoghese

  • A
  • A
  • A

Miguel Oliveira vince il GP della Repubblica Ceca e vola in testa al mondiale Moto2. Il pilota della KTM ha tagliato il traguardo per primo al termine di un duello mozzafiato con Luca Marini: il 2° posto vale comunque il miglior risultato della carriera per il fratellino di Valentino Rossi. Sul podio con loro anche Pecco Bagnaia, che perde però la leadership iridata proprio a favore del portoghese, ora a + 2 in classifica.

Una splendida vittoria per Oliveira, una beffa per i piloti italiani. Marini ha assaporato la possibilità di centrare la prima vittoria della carriera, dopo la splendida pole di sabato, ma alla fine ha dovuto arrendersi al portoghese, impeccabile nelle sue traiettorie e bravo ad uscire forte dall'ultima curva senza lasciare speranze all'inseguitore. Il secondo gradino del podio è comunque un risultato eccezionale per il fratellino di Vale, che conferma gli straordinari progressi messi in mostra nelle ultime uscite. Il successo, ormai, sembra solo questione di tempo.

Ha dovuto correre un po' più in difesa, invece, il suo compagno di team Bagnaia, rimasto bloccato nel finale dal duello con Baldassarri (poi 4°). Il torinese non è riuscito a rimanere in lotta per la vittoria fino all'ultimo giro e si è visto anche sottrarre la leadership iridata dopo 9 gare da re indiscusso della Moto2.

Caduto a 10 giri dalla fine Alex Marquez, mentre si trovava in terza posizione. Dopo il deludente 13° posto del Sachsenring il fratellino di Marc rimedia così uno "zero" pesantissimo in ottica mondiale, che di fatto lo taglia fuori dalla corsa per il titolo, ormai a tutti gli effetti una questione a due tra Oliveira e Bagnaia.

Da segnalare anche un brutto incidente al primo giro, che ha coinvolto Mir, Gardner e Bendsneyder, con quest'ultimo che è stato anche travolto da una delle moto, cascatagli addosso dopo essersi infranta contro le barriere. Fortunatamente tutti e tre i piloti si sono rialzati senza riportare conseguenze gravi.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments