MOTOGP TERUEL

GP Teruel, Dovizioso: "Giornata difficile, troppi problemi". Mir e Quartararo accendono la sfida

Il forlivese non va oltre il 19° tempo di giornata, lo spagnolo ed il francese entrano nel vivo della sfida Mondiale

  • A
  • A
  • A

Quella di Andrea Dovizioso, ed in generale per tutta la Ducati, è una giornata da dimenticare. Il pilota forlivese, 19° in combinata, ha analizzato così le brutte prestazioni delle prime due sessioni di libere del GP di Teruel: "E’ stata una giornata difficile e il vento non ci ha aiutati. Purtroppo abbiamo avuto alcuni problemi che non ci hanno permesso di completare il programma di lavoro previsto per oggi".

Dovi però non molla: "Speriamo di riuscire a trovare delle condizioni migliori domattina e poterci assicurare un buon piazzamento in qualifica".

Guai anche per Danilo Petrucci, 17° in combinata: "Rispetto a venerdì scorso, oggi siamo riusciti ad essere più consistenti, ma purtroppo anche i nostri avversari hanno fatto dei passi in avanti rispetto al weekend passato. Non abbiamo ancora individuato quale sia la gomma più adatta per la gara e inoltre abbiamo avuto dei problemi di grip a centro curva che non ci hanno permesso di essere veloci. Fortunatamente abbiamo ancora alcune idee da provare e speriamo di riuscire ad entrare nei primi 10 nella FP3 di domani mattina”.

Tutt'altro umore in casa Yamaha, con Fabio Quartararo che ha registrato il quarto tempo di giornata per cercare di partire con uno sprint in più in Q2 dopo i guai dello scorso fine settimana: "E' andata abbastanza bene, stamattina abbiamo provato ciò che non è andato nello scorso fine settimana. Il passo è stato buono, migliore rispetto allo scorso weekend nel quale siamo usciti con una pressione troppo alta delle gomme. Strano, io ho avuto più problemi di Morbidelli con la stessa condizione di gomme".

Un passo più indietro, al quinto riscontro cronometrico, l'attuale leader del Mondiale Joan Mir che al Motorland vuole sfruttare l'occasione per allungare: "Non abbiamo fatto lavoro per la qualifica, il tempo registrato non è esaltante. Mi è mancato qualcosa, ho provato a lavorare sulle gomme usate e mi sono trovato bene. Oggi abbiamo lavorato in ottica gara. Sogno Mondiale? Lo sto vivendo, ma non voglio dirlo. Sfrutto il momento, bisogna cogliere questa opportunità e non lasciarsi scappare il titolo".

Vedi anche GP Teruel: Nakagami spinge sull'acceleratore, Dovizioso ancora da dimenticare Motogp GP Teruel: Nakagami spinge sull'acceleratore, Dovizioso ancora da dimenticare

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments