La Roma e Smalling vogliono restare assieme, ma bisogna convincere lo United

Il giocatore: "Qui amore pazzesco". Fonseca. "Vogliamo tenerlo". Ballano 10 milioni tra domanda e offerta

  • A
  • A
  • A

Ormai da tempo Chris Smalling e la Roma si lanciano parole d'amore. Da una parte il giocatore vorrebbe restare nella Capitale, dall'altra i giallorossi, con Paulo Fonseca in testa, vorrebbero riscattarlo dal Manchester United. Il problema è che i 25 milioni di euro chiesti dai Red Devils sono troppi e Pallotta non vorrebbe (e potrebbe) spingersi oltre i 15 per passare dal prestito, che termina a fine stagione, all'acquisto a titolo definitivo.

Di sicuro la Roma farà di tutto per non farsi scappare il difensore inglese, arrivato in Italia accompagnato da qualche dubbio, ma presto capace di conquistare compagni e tifosi.

Vedi anche Roma, Fonseca: "Per vincere servono giocatori decisivi. Terrei Smalling" roma Roma, Fonseca: "Per vincere servono giocatori decisivi. Terrei Smalling" "So che vuole restare, vediamo cosa succede. È un uomo straordinario, umile e professionale. È adorato dai fan e si è affermato come uno dei leader nello spogliatoio. Quello che ha fatto in questa stagione sul campo è stato straordinario. Non è facile per i difensori centrali inglesi adattarsi così rapidamente al calcio italiano, ma lui è stato fantastico", ha confermato l'allenatore portoghese a Espn.

Lui, Smalling, ha confessato il suao amore per la Roma durantre una diretta Instagram con la onlus Football Beyond Borders. “Al momento è una grande esperienza. L’amore che ho avuto da quanto sono arrivato a Roma è pazzesco. Tanto amore, tanto affetto e questo sono sicuro che ti fa rendere meglio sul campo, come allo United. E’ fantastico stare qui e condividere la passione con loro”. Sul soprannome di "Smalldini" datogli dai social: “E’ pazzesco, ho visto queste cose simpatiche crescere ed è bello essere coinvolti. Penso però sempre al campo e adesso in questo momento a quanto siamo fortunati, non soltanto noi calciatori. E’ un momento in cui riflettere e penso che ne usciremo al meglio”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments