Piatek fa ricco Preziosi, base d'asta 45 mln: Roma e Napoli insidiano la Juve

Il valore dell'attaccante polacco del Genoa è lievitato dopo un inizio di stagione strepitoso

  • A
  • A
  • A

La Juve si è mossa per prima. Poi Roma e Napoli. L'Inter è in ritardo ma è pronta a recuperare terreno, specie se il discorso relativo al rinnovo di Icardi non arrivasse a soluzione positiva e il futuro dell'argentino si facesse più incerto. Delle big italiane solo il Milan, al momento, si è chiamato fuori perché i rossoneri in attacco sono coperti e, semmai, uno slot viene lasciato libero per Ibrahimovic. Fatto sta che l'asta che si sta per scatenare per Piatek promette di gonfiare non poco il portafoglio del presidente del Genoa Enrico Preziosi.

Grazie a un inizio di stagione strepitoso (nove gol in campionato, 4 in coppa Italia, 1 con la Nazionale, sempre a segno nelle partite sin qui disputate), il valore del cartellino del polacco (pagato in estate 4 milioni) è lievitato, fino a raggiungere quotazioni per una base d'asta di non meno di 45 milioni di euro.

L'idea di Preziosi sarebbe quella di vendere il polacco già a gennaio ma trattenerlo sino a fine stagione con la formula del prestito. Un'operazione così ravvicinata, per questioni di bilancio, potrebbe vedere nettamente favorita la Juve o privilegiare le piste straniere, con il Bayern particolarmente attento e stuzzicato dall'idea del tandem polacco con Lewandovski. A giugno, invece, la base acquirenti potrebbe essere molto più larga, favorendo una super-asta ancor più milionaria.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments