TRATTATIVE IN STALLO

Napoli-Milik, braccio di ferro. Dzeko resta alla Roma

Il polacco tra l'ipotesi di restare fermo un anno e l'estero. Il bosniaco riconquisterà i giallorossi

  • A
  • A
  • A

Si tratta a oltranza e così anche per i prossimi giorni. Arek Milik e il Napoli sono ormai al braccio di ferro. Il club azzurro, irritato dalla proposta della Roma di un prestito biennale, non vuole mollare il colpo e cerca di piazzare il giocatore all'estero (in Premier o in Bundesliga), ma il prezzo, 30 milioni, è troppo alto. L'ipotesi è di tenerlo fermo un anno col rischio doppio per lui di perdere l'Europeo e per il Napoli di perdere soldi. Per questo l'agente del polacco David Pantak cerca di ricucire lo strappo. Dall'altro lato c'è Edin Dzeko che con l'ennesimo trasferimento mancato ora deve riconquistare ancora una volta la sua Roma a partire proprio da domenica quando di fronte ci sarà la Juventus.

In sostanza Milik non ha alcuna intenzione di rinunciare ai due stipendi e alla questione multe. D'altronde a gennaio si libererà a "zero". Di offerte concrete non ce ne sono. Il Tottenham ha chiesto lumi ma sarà interessato solo nel caso di un parametro zero. E' chiaro a questo punto che almeno a qualcosa Milik sarà costretto a rinunciare. 
Per Edin, che già si sentiva juventino, sarà di nuovo percorso in salita. D'altronde in questi anni è stato tante volte vicino a lasciare i giallorossi per vestire altre maglie, prima l'Inter e ora la Juventus.
Dzeko dovrà ricominciare da zero o quasi anche se l'amore dell'Olimpico sarà per lui un banco di prova importante. E domenica, appunto, la Juve nel destino e sul campo.
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments