Napoli-Llorente, ci siamo: De Laurentiis pronto a chiudere

Domani la giornata decisiva: se Icardi dirà no, gli azzurri ingaggeranno lo spagnolo

  • A
  • A
  • A

Dopo la pirotecnica vittoria a Firenze, il Napoli si rituffa sul mercato nella settimana che porterà al big match contro la Juve all'Allianz Stadium, Gli azzurri vogliono risolvere in breve tempo la questione attaccante di modo da completare il reparto offensivo, che al Franchi ha comunque dimostrato di essere all'altezza (Mertens sugli scudi) a prescindere dall'ultimo colpo in entrata. 

L'obiettivo numero uno - non è un mistero - resta Mauro Icardi ma i segnali non sono incoraggianti perché l'ex capitano dell'Inter continua a puntare i piedi spingendo per la permanenza in nerazzurro anche se da separato in casa (cambierebbe idea solo per la Juventus). De Laurentiis ha aspettato a lungo una risposta dell'argentino e continuerà a farlo fino al primo pomeriggio di lunedì 26 agosto. Se non avrà riscontri positivi chiuderà per Fernando Llorente, attualmente svincolato. 

Ieri il ds Cristiano Giuntoli ha pranzato nel capoluogo toscano con Frank Trimboli, intermediario del 34enne attaccante spagnolo, mentre domani intorno alle 16 è in programma un contatto con Jesus, fratello e manager dell'ex Tottenham come riferisce il Corriere dello Sport. L'accordo sull'ingaggio c'è già con un contratto di due anni a 2,5 milioni a stagione e potrebbe essere ufficializzato in caso di no definitivo di Icardi. Llorente rappresenterebbe l'alternativa a Milik sebbene a Londra abbia dimostrato di essere ancora determinante, anche in campo internazionale. Insomma un parametro zero di grande valore. 

Vedi anche napoli Serie A: Fiorentina-Napoli 3-4. Ancelotti soffre ma tiene il passo della Juve

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments