MILAN

Milan, i dubbi di Romagnoli: Raiola si guarda intorno, piace a Barcellona e Juve

Il rinnovo è fermo e il difensore non è certo del posto da titolare

di
  • A
  • A
  • A

Dopo aver perso il vicecapitano, Donnarumma, ora il Milan rischia di salutare anche Alessio Romagnoli. Non è ancora detto anche perché il difensore a differenza di Gigio ha ancora un anno di contratto e quantomeno il Diavolo non lo perderà a zero. La pratica di rinnovo di Romagnoli è ferma da tempo. I dirigenti rossoneri non vorrebbero cedere il giocatore ma la proposta di prolungamento viaggia sui parametri attuali, 3.5 milioni di euro, senza alcun ritocco salariale. Ma alla base dei dubbi di Romagnoli ci sono le garanzie tecniche perché, specie nell'ultima parte di campionato, il difensore è scivolato nelle gerarchie a riserva di Tomori o di Kjaer a turno.

Nelle ultime otto giornate, dopo essere rientrato dall'infortunio muscolare, è partito dalla panchina in sette occasione ripartendo titolare soltanto a San Siro contro il Benevento. Un declassamento che gli è costato l'Europeo. Il rischio è che anche nella prossima stagione il centrale di Anzio non sia la prima scelta di Pioli anche in caso di rinnovo. Per questo Raiola si sta guardando, attorno anche perché a 12 mesi esatti dalla scadenza sono diversi i club che stanno fiutando l'affare visto che il valore di mercato si aggira attorno ai 15 milioni di euro. Su tutti il Barcellona il primo a muoversi su questo fronte con la possibilità di intavolare uno scambio con Junior Firpo, già sondato dai rossoneri nel ruolo di vice Theo. Piace anche ad Allegri ma per lasciarlo partire direzione Torino il Milan ha chiesto Demiral, che la Juve valuta 30 milioni di euro. Attenzione al Tottenham che con Paratici in regia e Fonseca che lo conosce è pronto ad entrare in scena. Per Romagnoli si preannuncia un'estate rovente.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments