MANOVRE BIANCONERE

Mercato Juve, ora si pensa al futuro: Morata e Dybala verso l'addio

Zaniolo e Raspadori i principali obiettivi per il mercato estivo in caso di separazione dallo spagnolo e dall'argentino, resta l'incognita sul futuro di de Ligt

  • A
  • A
  • A

Chiuso uno scintillante mercato invernale, per la Juventus è già ora di guardare avanti. Se sul campo la palla passa ora a Max Allegri, chiamato a far integrare al meglio i nuovi acquisti Vlahovic e Zakaria, sulle scrivanie di Cherubini e Arrivabene già cominciano ad arrivare i dossier del mercato estivo, sia in entrata sia in uscita. Morata sembra destinato a salutare a giugno, mentre con Dybala si farà un ultimo tentativo per arrivare al rinnovo, anche se c'è prima di tutto da ricucire il rapporto con lui e il suo entourage. Sul piede di partenza potrebbe anche esserci de Ligt, ma la dirigenza bianconera sembra avere già le idee chiare sui sostituti.

© Getty Images

Il destino dell'attaccante spagnolo sembra segnato: troppi i 35 milioni di euro necessari per riscattare il suo cartellino dall'Atletico Madrid dopo due anni di prestito. A meno di clamorose sorprese a fine stagione farà ritorno in Spagna e sarà compito dei Colchoneros trovargli la sistemazione più adeguata.

Per quanto riguarda la Joya, invece, le porte non sono ancora del tutto chiuse. È in programma un altro incontro con il suo procuratore, nel quale verrà offerto un rinnovo a 7,5 milioni netti a stagione, poco più di quanto accordato a Vlahovic. Come detto, però, c'è innanzitutto da rimette insieme i cocci di una relazione che dura da quasi 7 anni, dopo qualche ripensamento, da un lato, e qualche tentennamento di troppo, dall'altro.

Se entrambi dovessero dire addio la dirigenza bianconera ha già in canna due colpi mirati a ringiovanire e "italianizzare" la rosa: gli obiettivi principali per l'estate sono infatti Nicolò Zaniolo e Giacomo Raspadori, che potrebbero ben sposarsi con il 4-2-3-1 recentemente sperimentato da Allegri, unendosi al rientrante Chiesa a supporto dell'unica punta Vlahovic. Per un attacco potente, dinamico e giovanissimo (23 anni di età media), anche se economicamente dispendioso, visto che entrambi vanno in scadenza solo nel 2024. Altro nome caldo, anche se più in prospettiva, è quello di Lorenzo Lucca del Pisa, per il quale si pensa di imbastire una trattativa in sinergia col Sassuolo (già molto vicino all'attaccante dell'Under 21 nei giorni scorsi), che lo porterebbe volentieri in neroverde come sostituto del probabile partente Scamacca.

Poi c'è il capitolo difesa, dove tutto ruota intorno a de Ligt. Per l'olandese la Juve non deve fare i conti con una scadenza imminente (anche il suo contratto dura fino a giugno 2024), ma Mino Raiola ha cominciato a smuovere le acque, anche con dichiarazioni pubbliche, e considerando l'ingaggio già altissimo che percepisce (è il giocatore più pagato della rosa) sembra difficile pensare tra un anno di sedersi al tavolo delle trattative per un ulteriore adeguamento. La società punta molto sull'ex Ajax, considerata anche la giovanissima età, ma lui si sta guardando intorno. Quel che è certo è che una sua eventuale cessione aiuterebbe i bianconeri a finanziare i colpi in attacco, mentre per sostituirlo il sogno resta Kalidou Koulibaly, non certo una scommessa, bensì una garanzia per la difesa.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti