MANOVRE BIANCONERE

Juventus-Real Madrid, sfida all'ultimo euro per Mbappé

Le parole di Agnelli fanno sognare i tifosi bianconeri, servono 380 milioni

di
  • A
  • A
  • A

Juventus contro Real Madrid. Potrebbe essere tranquillamente la prossima finale di Champions League. Ma potrebbe anche essere una sfida all’ultimo euro che andrà in scena dopo quella finale: quella per arrivare a Kylian Mbappé, l’oggetto del desiderio di tutti i grandi club europei, il ragazzo che più di tutti interpreta quel ruolo di “Ronaldo giovane” che ambiziosamente, ma anche realisticamente, Andrea Agnelli ha annunciato di voler portare a Torino al più presto. Lo scontro al momento è appunto Juve-Real, non ci sono altri grandi club sulle tracce del francese.

LE CIFRE E LE STRATEGIE
È ormai chiaro a tutti che non è facile trattare con il Paris Saint Germain. La lunga estate di Neymar ha dimostrato che il club francese non cede sulle questioni di principio e non vende un giocatore per una cifra inferiore a quella che ritiene adeguata al valore del giocatore. Dunque bisogna calcolare per il costo del cartellino almeno 180 milioni, cifra spesa dal Psg per acquistare il ragazzo prodigio dal Monaco nel 2017. Poi c’è l’ingaggio, che andrebbe a incidere sui bilanci del club per circa 40 milioni lordi annui. Globalmente 380 milioni in 5 anni. I colleghi di Tuttosport hanno calcolato che un ipotetico affare Mbappè costerebbe alla Juventus una media di 76 milioni a stagione contro gli 84 di Ronaldo. Le cifre sono elevatissime ma è proprio questo il motivo per cui in settimana Agnelli ha annunciato un sostanzioso aumento di capitale. Vuole una Juve in grado di potersi permettere affari di questo tipo. Però poi c’è il Real Madrid, che già in estate aveva tentato di sedurre Mbappè. Florentino Perez per il mercato estivo 2020 ha in mente questa strategia: far rientrare in casa i gioiellini che si stanno affermando lontano da Madrid come Reguilòn, Odegaard, Kubo e Ceballos, inserendo un grande colpo. Uno e soltanto uno. Mbappè, appunto, più di Neymar. A quel punto diventerebbe molto difficile rispondere per le rime ai Blancos in un’asta selvaggia.

IL “NO” DI REGUILON
Proprio a Sergio Reguilòn, terzino sinistro di 22 anni, utilizzato moltissimo nella tormentata passata stagione dal Real Madrid, è legato un retroscena raccontato dai colleghi spagnoli di “As”. Nella scorsa estate Reguilòn era stato venduto dal Real Madrid alla Juventus, con il benestare di Zinedine Zidane che non ha mai creduto moltissimo in lui a differenza dei suoi predecessori. Non è stata specificata la cifra, che però dovrebbe aggirarsi sui 25 milioni. È stato però lo stesso Reguilòn a dire no, perché è convinto di potersi guadagnare il posto da titolare con i Blancos. Prima della fine del mercato è stato dato in prestito al Siviglia, dove sta dimostrando di essere un giocatore di livello, tanto da guadagnarsi la promesse di tornare alla casa madre.

JUVE IN GERMANIA: OBIETTIVO HAVERTZ
Dopo aver giocato in Champions League contro il Bayer Leverkusen, la Juventus è sempre più convinta che Kai Havertz del Bayer Leverkusen possa essere un giocatore in grado di rinforzare la squadra bianconera nella prossima stagione. Sarri lo ha bollato così: “Di sicuro diventerà uno dei giocatori più forti d’Europa”. Havertz, che ha 20 anni (nato l’11 giugno del 1999) è un centrocampista offensivo o trequartista mancino, già 7 presenze e e 1 gol nella Nazionale maggiore tedesca. Verrà sottoposto allo stesso “trattamento” che è stato riservato a De Ligt un anno fa: monitoraggio continuo delle sue prestazioni, per accertarne la continuità di rendimento e la serietà professionale. Già, perché proprio di un’operazione alla De Ligt si tratterebbe. Il Bayer Leverkusen ha fatto sapere di valutare il suoi gioiello 90 milioni. Potrebbe essere un modo per spaventare gli interlocutori, ma intanto la Juventus ci lavora e alla fine potrebbe anche trovare la soluzione giusta per convincere il Bayer.

Vedi anche Cuore Tifoso Juventus: non è JFK, è Andrea Agnelli Cuore tifoso Juventus Cuore Tifoso Juventus: non è JFK, è Andrea Agnelli

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments