SI CERCA UNA QUADRA

Juventus, caos centrocampo tra mercato e infortuni: Witsel è una possibilità

McKennie in uscita, Ramsey e Arthur ai box E Pjanic vuole tornare

  • A
  • A
  • A

Negli ultimi anni e con tutti gli allenatori in panchina, dopo l'addio di Pogba e Vidal è sempre stato il centrocampo il punto della discussione in casa Juventus. Troppo fragile per competere in Europa, punto debole di una squadra sempre costruita per vincere. Con il ritorno di Massimiliano Allegri le nubi intorno al reparto nevralgico del campo non si sono dissipate, anzi, complici infortuni e valutazioni a pochi giorni dalla chiusura del mercato in mediana regna il caos.

L'ultimo nome proposto alla dirigenza bianconera è un vecchio pallino di Allegri fin dai tempi del Milan: Axel Witsel, oggi al Borussia Dortmund. Il belga - tornato in Bundesliga dopo l'esperienza in Cina - ha il contratto in scadenza nel 2022 e già nel 2016 poteva vestire di bianconero. Il classe 1989 però arriverebbe solo in caso di partenza di Wes McKennie, sacrificabile per Max Allegri seppure lo abbia provato in cabina di regia per il prossimo impegno di Serie A e con ammiratori in Premier League.

Proprio intorno all'americano ruotano gran parte delle questioni di mercato per la Juventus che deve però valutare anche l'infermeria. Arthur è infortunato fino a fine ottobre e probabilmente sarà escluso dalla lista Champions, almeno per la prima parte di stagione. In infermeria è finito anche Ramsey la cui entità dell'infortunio è ancora tutta da valutare visto anche lo storico del giocatore. Rabiot convince sempre fino a un certo punto e anche per questo, pur con l'arrivo di Locatelli, Allegri sta cercando di utilizzare Bernardeschi come mezzala. Attenzione a Witsel dunque, proposto da un intermediario, ma anche a Pjanic che da Barcellona continua a spingere per tornare in Italia, possibilmente vestendo di nuovo il bianconero della Juventus.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments