NULLA DI FATTO

Juve-De Ligt, aria di addio: nessuna intesa sul rinnovo, Chelsea alla finestra

Ancora nessuna intesa tra giocatore e dirigenza dopo l'incontro di giovedì: le posizioni restano distanti

  • A
  • A
  • A

De Ligt si allontana dalla Juve. Si è chiuso con una fumata nera l'incontro, avvenuto giovedì a Milano, tra la dirigenza bianconera e l'avvocato Rafaela Pimenta (lo stesso in cui si è parlato di Paul Pogba), che cura gli interessi del difensore olandese. Nessuna intesa sul rinnovo del contratto, in scadenza nel 2024, sulla clausola rescissoria da 120 milioni di euro, che l'entourage del giocatore punta ad abbassare a 70-80 milioni per avere più opportunità sul mercato, sull'ingaggio di 8 milioni più bonus che lo alzano a 12 annui: nessuna intenzione di spalmarlo nell'ottica del club del contenimento dei costi. Alla finestra i club di Premier: Chelsea su tutti.

© Getty Images

"Ho sempre preso le decisioni in base al progetto sportivo e due quarti posti consecutivi non bastano. Bisogna fare un passo in avanti, sono risultati deludenti", aveva detto recentemente De Ligt agli olandesi di NOS dal ritiro della sua nazionale, lanciando un chiaro messaggio alla Juve: le ambizioni sono altre. La volontà del club bianconero è quella di blindare il giocatore - considerato da Allegri uno dei leader della squadra del futuro - ma la strada è tutta in salita. E in questo scenario è concreta la minaccia del Chelsea, ma anche del City di Guardiola, seppur in posizione di attesa.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti