JUVENTUS

Allegri: "De Ligt? Se parte pronti a sostituirlo. Competitivi con Di Maria-Pogba"

Il tecnico bianconero conferma l'assenza di Chiesa, Arthur e Kaio Jorge dalla tournée americana

  • A
  • A
  • A

Massimiliano Allegri non sta più nella pelle: il tempo di testare i motori della sua nuova Juve - potenziata dagli arrivi di Di maria, Pogba e Gatti - si avvicina sempre più. La prima occasione sarà la tournèe estiva negli Stati Uniti: "E' un piacere e un onore partecipare a questo Tour. Ci saranno squadre importanti, come il Real Madrid, il Barcellona, il Chivas", ha commentato Allegri nel suo primo intervento stampa della stagione. Stagione che partirà senza "Arthur, Chiesa e Kaio Jorge", esclusi dai convocati causa infortunio. Sulla bollente situazione De Ligt, il tecnico bianconero risponde: "Per ora è della Juve, il mercato è aperto fino al 31 agosto e può succedere di tutto. Se dovesse partire, la società è pronta a sostituirlo".

Vedi anche Altro no alla Juve, Koulibaly in direzione... Londra: vicinissimo al Chelsea Mercato Altro no alla Juve, Koulibaly in direzione... Londra: vicinissimo al Chelsea Il mister bianconero dissipa i dubbi riguardo McKennie, che ha recuperato da un infortunio di fine stagione: "Farà parte della comitiva e giocherà le partite. Ha la possibilità di disputare un'ottima stagione". La stagione passata ha lasciato l'amaro in bocca, ma l'orizzonte del mercato porta ottimismo in casa Juve: "Eravamo partiti per vincere trofei e non ci siamo riusciti. Di Maria, Pogba, Gatti e il recupero di Chiesa, così come McKennie rendono la Juve competitiva. I primi tre mesi saranno molto importanti". Incalzato sui nuovi acquisti bianconeri, Allegri non nasconde il suo entusiasmo: "Pogba e Di Maria sono giocatori di tecnica importante, alzano notevolmente il livello, deresponsabilizzano alcuni giocatori e miglioreranno la qualità. Sono molto contento che siano arrivati". Pogba, in particolare "è arrivato nel modo giusto, con determinazione, voglia. Negli ultimi anni non ha giocato ai suoi livelli, qui è tornato a casa".

Il centrocampo inoltre, è il nodo nevralgico che deciderà il destino di questa nuova Juve. Il tecnico bianconero fa il punto: "Per ora abbiamo 5 centrocampisti con Arthur fuori per infortunio. Con noi avremo Fagioli, Miretti che rientrerà il 3 agosto. Abbiamo Rovella. Decideremo su Ranocchia. Sono giocatori di qualità che hanno bisogno di giocare certe partite per vedere a che punto siamo".

Più delicato il tema Chiesa, che sta recuperando dall'infortunio: "Recupererà per metà settembre, ma io sono sempre cauto in queste situazioni. Ci sarà una pausa tra novembre e gennaio, sarà un vantaggio averlo al 100% da gennaio". De Ligt ha già le valigie in mano: "Se disturba la preparazione? Assolutamente no. Come sapete, ieri c'è stato l'incontro con il Bayern, per ora è un giocatore della Juve, si sta allenando bene e quindi io alleno quelli che ho, per ora è della Juve, il mercato è aperto fino al 31 agosto e può succedere di tutto. Sono contento della società, ha messo dentro due giocatori importanti. Se dovesse partire, la società è pronta a sostituirlo nel migliore dei modi".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti