Lautaro Martinez-Inter, per gli argentini è fatta. A giugno anche Torreira

Dall'Argentina le parole dell'attaccante del Racing e le voci sull'affare. Spalletti insiste per il centrocampista della Samp

  • A
  • A
  • A

Martinez-Inter, l'affare è fatta. Secondo la stampa argentina, il ds interista Piero Ausilio è tornato a Milano (oggi alle 15 era alla Pinetina con Zanetti) è in tasca ha l'accordo col Racing di Avellandea e il contratto di 5 anni del giocatore. L'offerta di 25 milioni di dollari è stata accettata dal club argentino (20,3 milioni di euro), con tutte le clausole annesse.

Il mercato 2018-'19 si prepara già ora. Tra gli obiettivi chiari e dichiarati dell'Inter c'è, appunto, il bomber argentino del Racing di Avellaneda Lautaro Martinez. La trattativa esiste da tempo: e già ieri dall'Argentina, sulle frequenze di Radio Continental, ne ha parlato anche il diretto interessato.
"Ho sentito Javier Zanetti e Diego Simeone, ma in questo momento penso solo al Racing" ha esordito l'attaccante albiceleste. "Ci sono molti club interessati a me e che hanno chiamato per avermi, l'Inter è stato uno degli ultimi a chiedere di incontrarmi. Ho parlato con Diego Milito, mi ha spiegato cosa significa l'Inter, ne sono orgoglioso. Se fosse per me, rimarrei per tutta la vita qui, la gente mi dimostra un affetto che non avevo mai provato e adoro indossare questa maglia ogni fine settimana. Però...".

Però è arrivata l'offerta dell'Inter da 25 milioni di dollari (20,3 milioni di euro), e sono bastati tre giorni di incontri e di trattative perché -secondo la stampa argentina- venisse accettata. Il ds Piero Ausilio l'ha portata al Racing de Avellaneda e si può definire virtualmente chiusa l'operazione. Il direttore sportivo dell'Inter è rientrato in Italia e oggi pomeriggio, assieme al vicepresidente Zanetti, è andato alla Pinetina per relazionare Luciano Spalletti.

Però il mercato è fatto di occasioni da non perdere. Quella dell'Inter potrebbe essere tale. Un'Inter che per giugno pensa - ma lo fa a dire il vero già da tempo - anche a Torreira. Spalletti lo avrebbe voluto con sè a gennaio, tanto che il ds Ausilio aveva provato un affondo con il presidente della Samp Ferrero negli ultimi giorni di mercato. Un nulla di fatto con rinvio però alla successiva sessione: i nerazzurri, insomma, hanno messo in cantiere una nuova operazione stile Skriniar. 
Il motorino blucerchiato, contratto rinnovato sino al 2022 con uno stipendio annuo di 800mila euro, ha una clausola di 25 milioni che l'Inter intende coprire in parte cash e in parte con contropartite tecniche gradite. Tra i nomi individuati c'è quello di Pinamonti, a gennaio già vicino al Sassuolo: con l'inserimento del diritto di recompra per i nerazzurri la trattativa, già abbozzata, può decollare. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments