DOPPIA STRATEGIA

Inter, se il Barça non molla Vidal subito Eriksen e... Kessie

Marotta si tutela nel caso i blaugrana continuassero a considerare incedibile il cileno

  • A
  • A
  • A

Ashley Young per la fascia, Giroud per l'attacco. Su questo, sul fatto cioé che siano i due giocatori di Manchester United e Chelsea gli obiettivi di Marotta per puntellare i due reparti in questione, non ci sono dubbi. Il dirigente dell'Inter ha raggiunto con entrambi l'accordo contrattuale (18 mesi per il primo, due anni e mezzo per il secondo), manca ancora quello coi rispettivi club che chiedono un indennizzo a fronte di contratti - in ambedue i casi - in scadenza a giugno. Tanto per l'uno quanto per l'altro si conta comunque di chiudere a breve, già entro la prossima settimana, anche se le ultime dichiarazioni di Solskjaer, tecnico dello United, lasciano intendere che per Ashley Young almeno non sarà facile superare le resistenze del club di appartenza.

Diverso, invece, il discorso per il centrocampo: è per la zona mediana del campo che valgono infatti le parole di Marotta e quel richiamo fatto ieri agli ultimi decisivi giorni di mercato. In cima alla lista dei desideri di Conte resta sempre Vidal. Il fatto che Marotta ne abbia di nuovo apertamente parlato è di per sè indicativo, tuttavia le difficoltà rimangono e, anzi, forse sono pure aumentate dopo il ko del Barcellona contro l'Atletico Madrid nella Supercoppa di Spagna. E' da leggersi in quest'ottica, allora, la notizia di un interesse manifestato dai nerazzurri per Kessie nell'ambito della trattativa con il Milan per Politano. Non solo un modo per tutelarsi, tuttavia, ma anche eventualmente un deciso cambio di strategia, perché se da Barcellona continuassero ad arrivare segnali negativi, l'accelerazione per Kessie sarebbe accompagnata anche da quella per Eriksen, non più dunque in prospettiva giugno ma per l'immediato. Tant'è che, a riprova di tutto questo, nei prossimi giorni l'agente del danese è atteso in Italia proprio per ascoltare la proposta nerazzurra. Il Tottenham, da parte sua, vedrebbe di buon occhio una partenza anticipata e i 20 milioni richiesti potrebbero essere coperti dall'inserimento nella trattativa di Vecino (per l'Inter questo garantirebbe oltretutto una discreta plusvalenza). Discorso aperto, dunque. E tutto è ancora possibile. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments